[Recensione] The High Republic – A Test of Courage

Summary
Con A Test of Courage Justina Ireland ha davvero fatto centro: il romanzo per ragazzi scorre velocemente grazie ad una scrittura piacevole e un ottimo lavoro sulla caratterizzazione dei personaggi. Ognuno ha qualcosa da dire e, allo stesso tempo, una crescita rilevante nelle 240 pagine dell'edizione statunitense. I temi trattati, come il lutto o le insicurezze personali, sono ben approfonditi e di una certa importanza, mentre il twist finale - strettamente legato a queste tematiche - sorprende e, allo stesso tempo, apre a nuove strade per i protagonisti. L'unica pecca del romanzo è una parte centrale un po' più lenta, che soffre se messa a confronto con i primi, rocamboleschi, capitoli, ma che tuttavia consente il succitato sviluppo dei personaggi. L'inglese è semplice da seguire a parte qualche vocabolo più particolare.
Good
  • Personaggi ben costruiti
  • Scrittura scorrevole e piacevole
  • Un ottimo twist e rampa per il futuro
Bad
  • Una parte centrale un po' lenta
8.7
Buono
Storia - 8
Scrittura - 8.5
Sensazioni - 9.5

A Test of Courage è la prima junior novel, romanzo per ragazzi tra i 12 e i 18 anni circa, del progetto cross-mediale The High Republic. Scritto da Justina Ireland, che aveva già affrontato il genere con Spark of the Resistance e Lando’s Luck, l’opera ha come protagonista la neo promossa Cavaliere Jedi Vernestra Rwoh.

A Test of Courage è la prima opera di The High Republic che ho letto in anteprima grazie alla nostra preziosa collaborazione con Disney Publishing e questa è la mia recensione senza spoiler! Il romanzo, ovviamente canonico, uscirà il 5 gennaio 2021 negli USA, mentre non abbiamo ancora avuto info da Panini Comics in merito. Probabilmente arriverà dopo Light of the Jedi, il romanzo che anche in Italia aprirà l’Alta Repubblica.

The High Republic A Test of Courage

  • Titolo: Star Wars: The High Republic – A Test of Courage
  • Autore: Justina Ireland
  • Data di uscita (USA): 05 Gennaio 2021
  • Edizione: Copertina rigida, 240 pagine
  • Prezzo: 14.36€ (PREORDINA ORA)

A Test of Courage – Sinossi

Vernestra Rwoh è appena diventata Cavaliere Jedi all’età di quindici anni. Dopo un anno, la sua prima, vera, missione ha tutta l’aria di essere un compito da bambinaia. È stata incaricata di tenere d’occhio la dodicenne aspirante inventrice Avon Starros a bordo dell’incrociatore Steady Wing diretto all’inaugurazione della nuova, meravigliosa stazione spaziale chiamata Faro Starlight. A bordo della nave, oltre Vern e Avon, una delegazione di Dalniani che potrebbe presto unirsi alla Repubblica Galattica.

Poco dopo la partenza, tuttavia, alcuni ordigni esplodono a bordo dell’incrociatore. Mentre il Maestro Jedi Douglas Sunvale cerca di salvare la nave, Vernestra, Avon, il suo droide J-6, il padawan del Maestro Sunvale Imri e il figlio dell’ambasciatore dalniano, Honesty Weft riescono a mettersi in salvo a bordo di una navetta di salvataggio, ma le comunicazioni sono interrotte e le scorte scarse. Il gruppo è costretto ad atterrare su una luna vicina, che non può offrire molto rifugio a causa di un ecosistema ostile.

Ma, a loro insaputa, un pericolo si cela nella foresta. I ragazzi dovranno quindi affrontare sia i sabotatori Nihil, intenzionati a finire il lavoro, sia le loro insicurezze e paure…

Cosa mi è piaciuto

Personaggi ben costruiti

Justina Ireland, in A Test of Courage riesce subito a farci empatizzare con tutti i protagonisti del romanzo. Dalla giovane risolutezza di Vernestra, non senza qualche insicurezza, e all’esuberante curiosità di Avon Starros, si passa alle paure, lutti e incomprensioni dei due ragazzi, Imri e Honesty. L’opera, pur essendo destinata ai più giovani, riesce a toccare dunque temi importanti, come la perdita di figure di riferimento e l’insicurezza riguardante il proprio posto nel mondo sentita da molti giovani.

The High Republic a test of courage ernestra RwohI personaggi risultano quindi a tutto tondo, pieni di sfaccettature che non vediamo di veder esplorate anche nelle prossime storie che li coinvolgeranno. Un altro interessante spunto narrativo, che non può non far pensare a L3-37 di Solo: A Star Wars Story è la riprogrammazione e presa di coscienza dei droidi: la carriera di Avon Starros sarà decisamente brillante in merito!

Scrittura scorrevole e piacevole

Proprio perché destinato ad un pubblico più giovane, le 240 pagine di A Test of Courage scorreranno velocemente sotto i vostri occhi, complice anche la piacevole scrittura della Ireland che, comunque, organizza bene la narrazione alternando momenti intimi a scene più d’azione, e spargendo semi di situazioni e temi sviluppati poi nel resto dell’opera. 

Un ottimo twist e rampa di lancio per il futuro

Proprio quando meno te lo aspetti e l’opera stava per mostrare il fianco, Justina Ireland sorprende il lettore con un ottimo twist narrativo che, pur esaurendosi nell’immediato all’interno del romanzo stesso, apre le porte ad un proseguimento delle vicende di Vernestra e Imri che non vedo l’ora di leggere. Il twist, inoltre, ha un importante effetto sui personaggi, legandosi al discorso fatto poche righe sopra per quanto riguarda i personaggi. 

Le informazioni sugli antagonisti, i Nihil, non sono molte, ma sufficienti a intrigare il lettore che si approccia all’Alta Repubblica proprio con A Test of Courage,  e gettano una luce sinistra, ma che non svela nulla, sui piani dei predoni.

Cosa non mi è piaciuto

La parte centrale è un po’ lenta

Come accennato in precedenza, c’è stato un momento, prima del twist finale, in cui stavo sentendo una certa pesantezza. Dopo un inizio davvero rocambolesco, il cambio di tono a metà del romanzo si fa sentire e, pur lasciando spazio all’evoluzione dei personaggi, lo stacco è forse un po’ troppo netto e per qualche pagina subentra un po’ di stanchezza. Nulla di grave comunque, perché la ripresa è fantastica.

A Test of Courage – Commento finale

Con A Test of Courage Justina Ireland ha davvero fatto centro: il romanzo per ragazzi scorre velocemente grazie ad una scrittura piacevole e un ottimo lavoro sulla caratterizzazione dei personaggi. Ognuno ha qualcosa da dire e, allo stesso tempo, una crescita rilevante nelle 240 pagine dell’edizione statunitense. I temi trattati, come il lutto o le insicurezze personali, sono ben approfonditi e di una certa importanza, mentre il twist finale – strettamente legato a queste tematiche – sorprende e, allo stesso tempo, apre a nuove strade per i protagonisti. L’unica pecca del romanzo è una parte centrale un po’ più lenta, che soffre se messa a confronto con i primi, rocamboleschi, capitoli, ma che tuttavia consente il succitato sviluppo dei personaggi. L’inglese è semplice da seguire a parte qualche vocabolo più particolare. L’edizione non viene valutata dal momento che è stato letto un PDF di anteprima stampa.

Siete curiosi di questo primo romanzo legato a Vernestra Rwoh? Quanto aspettate l’Alta Repubblica? Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti e non dimenticate di dare anche voi il vostro voto a The High Republic nel box qui sotto! Vi ricordiamo che potete trovarci anche su Telegram con il nostro canale ufficiale, e la nostra chat!

Written by
Laureato in Bionics Engineering alla Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, sono un ricercatore nel campo della Soft Robotics. Fan di Star Wars da quando ero piccolo, all'età di circa 11 anni scopro i fumetti di Star Wars. Dal febbraio 2015 ho lanciato Star Wars Libri & Comics, un progetto nato per condividere la mia passione per "il lato cartaceo della Forza" e che, nel corso degli anni, è diventato il punto di riferimento italiano per i lettori di Star Wars.

Dicci la tua!

4 0

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Lost Password

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.