[Recensione] L’Alta Repubblica – Convergence

Summary
Convergence è dunque un romanzo discreto, il cui punto di forza è la sua diversità che però, forse, non viene sfruttata a pieno. Mentre da un lato la situazione politica e militare si rivela intrigante  e la coralità atipica del romanzo permette di esplorare bene i vari personaggi (anche se forse più i comprimari che i protagonisti), la mancanza di antagonisti principali ed un colpo di scena "telefonato" non fanno spiccare in pieno l'opera di Córdova. Il grande pregio di Convergence è saper declinare la sua ambientazione in modo vario, cambiando genere e atmosfera, senza esagerare ma con grande equilibrio. Per essere un romanzo adult, tuttavia, mi aspettavo un'evoluzione della macrotrama più marcata, anche se penso che vedremo i suoi effetti più a lungo termine che in questa singola opera.
Good
  • Ambientazione e situazione politica/militare
  • Coralità atipica
Bad
  • Mancanza di antagonista "forte"
7.3
Discreto
Storia - 6.5
Scrittura - 7.5
Sensazioni - 8

Dopo aver iniziato la Fase II dell’Alta Repubblica con i romanzi Path of Deceit Quest for Planet X,  anche Del Rey fa un salto nel passato della Galassia con Convergence, primo titolo adult di questa ondata di opere canoniche, che segna il ritorno nella Galassia lontana lontana di Zoraida Córdova dopo il deludente A Crash of Fate. Ringraziamo Del Rey per averci dato l’opportunità di leggere in anteprima mondiale il romanzo: questa è la nostra recensione!

convergence the high republic cover

  • Titolo: Star Wars: The High Republic – Convergence
  • Autrici: Zoraida Córdova 
  • Data di uscita (USA): 22 Novembre 2022
  • Edizione: Copertina rigida, ebook, 336 pagine
  • Prezzo: 23.92€ – ACQUISTA ORA

The High Republic – Convergence: Sinossi

È un’epoca di esplorazione. I Jedi viaggiano per la Galassia, incrementando la loro conoscenza riguardo alla Forza e a tutti i mondi e le creature che essa interconnette. Contemporaneamente la Repubblica, guidata dai suoi due Cancellieri, si impegna nell’unire i pianeti in una comunità in crescita tra stelle lontane e vicine. 

Nel sistema planetario binario di Eiram ed E’ronoh, si avvertono le crescenti sofferenze di una Galassia con risorse limitate ma ambizioni sconfinate. Il loro reciproco odio ha alimentato un conflitto che si è aggravato negli ultimi cinque anni e che ora minaccia di consumare i sistemi circostanti. L’ultima speranza per la pace emerge quando gli eredi delle famiglie reali dei due pianeti pianificano di sposarsi.

Prima che una pace duratura possa instaurarsi, un tentativo di assassinio della coppia spinge nuovamente Eiram ed E’ronoh nuovamente in guerra aperta. Per salvare entrambi i mondi, il Cavaliere Jedi Gella Nattai si offre volontaria per scoprire il colpevole, mentre la Cancelliera Kyong indica suo figlio, Axel Greylark, per rappresentare gli interessi della Repubblica nell’investigazione. 

La profonda diffidenza verso i Jedi di Axel si scontrerà però con la fede di Gella nella Forza. Lei non ha mai conosciuto un pallone gonfiato festaiolo del genere, mentre lui non ha mai incontrato una benefattrice così seria e inflessibile. Più lavoreranno insieme per sbrogliare l’oscura matassa dell’indagine, più la cospirazione apparirà complicata. Con accuse da ambo i lati e potenziali nemici in ogni angolo, la coppia dovrà lavorare insieme per avere la minima speranza di portare alla luce la verità e salvare entrambi i pianeti.

Cosa mi è piaciuto

Un’inedita situazione politica

Córdova già dalle prime righe di Convergence presenta al lettore una situazione politica e militare particolarmente suggestiva. Nonostante avessimo già conosciuto, almeno di nome, i pianeti gemelli di Eiram ed E’ronoh (sono i due pianeti tra i quali è stato costrutito il Faro Starlight) vengono finalmente esplorati sia nella loro geografia che nella loro più o meno recente storia.

I due corpi celesti gemelli sono coinvolti in una guerra che, tra momenti più caldi e freddi, ha ormai raggiunto la nomea di “Guerra eterna” e, in particolare, gli ultimi cinque anni sono stati decisamente sanguinosi, portando entrambe le popolazioni civili allo stremo, senza acqua su E’ronoh, senza medicinali su Eiram. Mentre però i regnanti si incaponiscono nelle loro posizioni, i due giovani eredi al trono, la principessa Xiri di E’ronoh e il principe Phan-tu di Eiram decidono di venirsi incontro per il bene dei loro popoli, convolando a nozze (senza minimamente conoscersi).

Convergence Greylark e Mollo

I due cancellieri della Repubblica Galattica.

I due, accompagnati dalla jedi Nattai e dal giovane Axel Greylark, dovranno presentarsi ai loro stessi popoli, portando loro aiuti concreti ma soprattutto un segno di pace e speranza mentre cercano di scoprire chi desidera il continuo della guerra. 

Personalmente ho adorato tutta la costruzione dell’ambientazione: risulta fresco e nuovo ma allo stesso tempo familiare, si collega bene con il poco che sappiamo dei due pianeti dalla Fase I. Inoltre, il setting di Convergence permette di essere declinato in diversi modi nel romanzo: si parte con una battaglia spaziale che semrba quasi uno stallo alla messicana, si prosegue con tanta politica, per definire gli accordi di pace, si vira al giallo investigativo con alcune morti sospette nel luogo dove si sta tenendo il summit di pace e prima di arrivare alla conclusione da commedia d’azione americana c’è anche un lungo segmento on the road per esplorare tutti i personaggi.

Coralità atipica

Il cast di personaggi è particolarmente strano: quasi tutti dei lupi solitari, quando però si ritrovano tutti insieme a viaggiare dimostrano una crescente alchimia che il lettore non può non notare e apprezzare. In tal senso, Sia Xiri che Phan-tu, che Gella e Axel risultano molto realistici e umani. Nessuno cade nella macchietta e il loro “individualismo” matura o regredisce facendo evolvere – sia nel bene che nel male, senza fare spoiler – tutti i personaggi, che hanno quindi un arco molto ben costruito nelle pagine di Convergence. Personalmente mi aspetto di rivedere almeno Gella e Axel nel prossimo romanzo adult, cioè Cataclysm di Lydia Kang, e penso che possano ancora dire molto.

convergence axel greylark

Cosa non mi è piaciuto

Antagonisti di scarso rilievo

Il punto debole di Convergence, forse anche un po’ dovuto al fatto che ho letto questo romanzo prima di Path of Deceit (che è il primo romanzo da leggere della Fase II) è la mancanza di un antagonista di rilievo, che entri un po’ più in prima persona nelle vicende del romanzo, intralciando i protagonisti. Si riscontrano almeno due antagonisti che ridurrei a secondari e che non inducono, per mancanza di carisma e spessore, particolare interesse nel lettore, né portano avanti la macrotrama complessiva.

La problematica è in parte risolta verso il finale dell’opera, con un twist che però risulta abbastanza “telefonato”:

Spoiler

Sul finale si scopre che Axel Greylark in realtà collabora con “La Madre”, leader del Path of the Open Hand, anche se si dichiara indipendente da esso.

[riduci]

The High Republic – Convergence: Conclusioni

Convergence è dunque un romanzo discreto, il cui punto di forza è la sua diversità che però, forse, non viene sfruttata a pieno. Mentre da un lato la situazione politica e militare si rivela intrigante  e la coralità atipica del romanzo permette di esplorare bene i vari personaggi (anche se forse più i comprimari che i protagonisti), la mancanza di antagonisti principali ed un colpo di scena “telefonato” non fanno spiccare in pieno l’opera di Córdova. Il grande pregio di Convergence è saper declinare la sua ambientazione in modo vario, cambiando genere e atmosfera, senza esagerare ma con grande equilibrio. Per essere un romanzo adult, tuttavia, mi aspettavo un’evoluzione della macrotrama più marcata, anche se penso che vedremo i suoi effetti più a lungo termine che in questa singola opera.

 

Written by
Laureato in Bionics Engineering alla Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, lavoro nella progettazione di dispositivi medicali. Fan di Star Wars da quando ero piccolo, all'età di circa 11 anni scopro i fumetti di Star Wars. Dal febbraio 2015 ho lanciato Star Wars Libri & Comics, un progetto nato per condividere la mia passione per "il Lato Cartaceo della Forza" e che, nel corso degli anni, è diventato il punto di riferimento italiano per i lettori di Star Wars.

Dicci la tua!

1 0

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>