Acquistate Il Potere della Forza II su Amazon IT!

Il Potere della Forza II (Multiplayer Edizioni)

Legends Libri Multiplayer Edizioni
5.8

Scarso

Seguito del videogioco acclamato dai fan e dalle vendite più che buone, Il Potere della Forza II anche in questo caso ha visto due adattamenti: uno sotto forma di romanzo qui recensito, e uno sotto forma di fumetto (proposto nel ventiseiesimo numero della collana Legends della Gazzetta dello Sport).
Dopo la morte del protagonista alla fine del precedente episodio, un clone si ritrova al centro della vicenda, interessato a capire chi sia veramente e se i suoi sentimenti verso la donna amata dalla sua matrice originale siano reali o meno… e per fare ciò è nuovamente disposto a mettere sottosopra la galassia intera.
Recensione del primo capitolo a questo link.

  • Titolo: Star Wars: The Force Unleashed II
  • Data di uscita: 10 gennaio 2011
  • Autore: Sean Williams
  • Edito da: Multiplayer Edizioni
  • Edizione: Copertina flessibile, 352 pagine
  • Prezzo: EUR 12,75
Prezzo: EUR 12,75
Da: EUR 15,00

Sinossi

Un anno dopo l’ultimo addio a bordo della Morte Nera, Juno Eclipse piange ancora la morte di Starkiller, il cui vero nome era Galen Marek.
Ella è ormai uno dei più importanti membri della giovane Alleanza Ribelle e si vede assegnata il comando della fregata Salvation, la quale funge da scorta e supporto al generale Jedi Rahm Kota per le sue missioni di infiltrazione ad alto rischio.
L’ex pilota della Rogue Shadow si trova sempre più delusa dalla linea d’azione del movimento, secondo lei eccessivamente cauta, individuata dai leader Mon Mothma, Garm Bel Iblis e Bail Organa, spesso in disaccordo tra loro.
Disobbedendo agli ordini, la donna cerca di reclutare il brillante stratega Ackbar e la popolazione di Mon Calamari nelle fila della Ribellione grazie anche all’aiuto del vicerè di Alderaan e padre di Leia.
Poco tempo dopo Starkiller si risveglia all’interno di un impianto di clonazione su Kamino, inspiegabilmente ancora vivo. Tormentato da brevi flash legati alla sua vita passata, si trova nuovamente al guinzaglio di Vader, che supervisiona il suo processo di crescita e addestramento.

Spoiler sulla vicenda

Instabile e convinto del proprio amore per Juno Eclipse, il clone spezza le proprie catene e fugge dal mondo dei clonatori, lasciando dietro di sé un’incredibile scia di distruzione.
Intenzionato a riportare sotto il suo controllo il prima possibile il proprio apprendista segreto, Vader incarica Boba Fett di inseguire Starkiller e di ricondurlo su Kamino vivo.
Il fuggitivo, intanto, è sulle tracce del maestro Jedi Rahm Kota, il quale è finito imprigionato sul benestante Cato Neimoidia a seguito del fallimento della propria missione; per sopravvivere è costretto a combattere scontri di tipo gladiatorio, al fine di intrattenere del barone imperiale Merillion Tarko.
Starkiller arriva nel corso di una di queste esibizioni, si unisce al combattimento e -assieme appunto allo Jedi- riesce ad avere la meglio su un titanico mostro assieme all’arena dove si svolgono i combattimenti tra prigionieri e le bestie, procurando anche la prematura dipartita del barone Tarko.
Entrambi riescono, non senza difficoltà, a risalire a bordo della Rogue Shadow e a lasciare il pianeta, grazie anche alle abilità del droide PROXY come pilota.
Il vecchio Kota, nonostante abbia percepito la morte di Starkiller a bordo della Morte Nera, pare non credere al fatto che l’uomo dinanzi a lui possa essere davvero un clone.

Ricercando la verità sul suo vero io, Starkiller viene guidato in direzione Dagobah. Il mondo paludoso si presenta sin da subito potente nella Forza e viene accolto dal maestro Jedi Yoda, che lo invita ad affrontare le sue paure entrando in una grotta avvolta dal lato oscuro.
Lì dentro l’apprendista sperimenta intense visioni di un conflitto futuro, nel quale si troverà ad affrontare sé stesso, percependo anche un grave pericolo incombente su Juno. Il tutto comunque rimane vago e non di facile interpretazione.
Lasciato Dagobah e riferito quanto visto a Kota, i due decidono di ricongiungersi il prima possibile presso la flotta ribelle (nello specifico a bordo dell’ammiraglia Salvation, comandata dalla stessa Juno Eclipse), onde avvisare del pericolo incombente.
Poco dopo l’atterraggio della Rogue Shadow nell’hangar principale, la Salvation viene abbordata da imperiali sotto il comando di Boba Fett che rapiscono l’amata, rendendo così più chiara la visione di poco tempo prima sperimentata nella grotta del lato oscuro.

Starkiller, deciso a salvare Juno, condivide con l’alto comando della Ribellione le coordinate segrete per raggiungere Kamino, dando così il via a un assalto su larga scala per danneggiare uno dei punti nevralgici del regno dell’Imperatore.
Mediante uno spettacolare arrivo a bordo della Salvation in caduta libera nell’atmosfera, il protagonista entra nel complesso di clonazione, ma viene ostacolato e sorpreso da una rivelazione: è solo uno dei moltissimi cloni creati dal suo ex maestro, e quest’ultimo gli ha appena scagliato contro la prodigiosa armata.
Grazie ai propri poteri, il protagonista sbaraglia le proprie copie e giunge infine al capezzale di Vader, trovando anche Juno in catene. Nel feroce duello che ne consegue, Starkiller sconfigge il Signore Oscuro, costringendolo alla resa. Juno, che credeva morta in seguito a una spinta da una piattaforma effettuata da Vader nelle prime fasi dello sconto, torna cosciente e si ricongiunge al proprio amato.
Il Sith viene così imprigionato da Kota e i propri soldati ribelli e, successivamente, caricato a bordo della Rogue Shadow, la quale salta nell’iperspazio per condurre Vader al suo luogo di detenzione.

[collapse]
Il Potere della Forza II Boba Fett Juno Eclipse

Il rapimento di Juno Eclipse da parte di Boba Fett nell’adattamento a fumetti.

Cosa mi è piaciuto

Un netto passo avanti rispetto al precedente romanzo
Fortunatamente l’autore deve aver fatto ascolto alle critiche mosse al precedente lavoro, in quanto la storia (e il ritmo in generale) risulta decisamente meglio strutturata e meno videogame, dove il protagonista doveva semplicemente affrontare i nemici posti come ostacolo tra il punto A e il punto B. Il difetto stava proprio nel raccontare praticamente, nella quasi totalità dei capitoli, di come Starkiller riuscisse a farsi largo tra le schiere di oppositori, risultando un semplice, lungo elenco di azioni e descrizioni di mosse compiute in sequenza.
Anche il fatto che una buona parte delle pagine siano dedicate a Juno, anche questa volta il personaggio meglio riuscito dell’intero lotto, aiuta a rendere la vicenda maggiormente elettrica, facendo sì che la vicenda si svolga come una storia di inseguimento.
Da parte della ragazza si hanno varie missioni atte a garantire un futuro all’Alleanza mediante l’acquisizione di nuovi compagni d’armi, mentre per quanto riguarda l’apprendista (da un certo punto accompagnato da Kota) si ha l’inseguimento delle tracce lasciate dall’amata sino al tragico ricongiungimento mancato a bordo della Salvation.

La caratterizzazione di Starkiller
Non più una macchina dotata di personalità pari a zero, ma bensì una figura decisamente più interessante rispetto all’originale. Sean Williams è riuscito a dare al “nuovo” Starkiller uno spessore decisamente maggiore, riempiendo la sua mente di svariati dubbi e riflessioni strettamente intrecciate al passato dell’apprendista originale.
Non solo, il fatto che l’amore e il sentimento siano la sua forza motore nel corso di tutto il romanzo permette a chi legge di creare un legame maggiore con il protagonista, facendo sì che le sue azioni siano sempre giustificate dall’obiettivo ultimo di ritrovare l’amata, senza mai annoiare il lettore (come invece avveniva sovente ne Il Potere della Forza).

Cosa non mi è piaciuto

Protagonista esagerato
Così come per il romanzo precedente (e dovuto alla natura stessa dell’opera videoludica), anche in questo libro il potere detenuto da Starkiller risulta decisamente fuori luogo e ai limiti dell’imbarazzante; per una conferma di quanto appena detto basti fare riferimento all’arrivo del protagonista su Kamino per la resa dei conti finale contro il suo ex maestro.
Non solo il clone precipita sull’impianto di clonazione cavalcando una fregata Nebulon B, mandandola a schiantare contro la città e i laboratori, ma riceve anche un passaggio (rigorosamente a cavallo di esso) dal caccia pilotato da Wedge Antilles. Per un’idea più chiara, si rimanda a questo video gameplay del videogioco su YouTube.
La presenza di un personaggio così potente (oltretutto estremamente a ridosso di Una Nuova Speranza) risulta di difficile accettazione per chi scrive, in quanto in netta opposizione rispetto a quanto detto in precedenti libri dell’Universo Espanso, primo fra tutti Onslaught.

Il Potere della Forza II clone

Vader mostra al clone dell’apprendista il corpo dello Starkiller originale. Tale scena è stata completamente omessa nel romanzo.

Finale inconcluso
Purtroppo il romanzo de Il Potere della Forza II possiede un lato in comune con il videogioco: la conclusione aperta. Nonostante la narrazione segua il finale del lato chiaro della Forza, il fatto che Vader risulti nelle mani dei Ribelli meno di un anno prima di Una Nuova Speranza non trova risoluzione in nessun altro prodotto dell’universo Legends, lasciando insanato il buco narrativo che sarebbe dovuto esser stato colmato da un eventuale terzo capitolo della serie videoludica.

Darth Vader e altri volti noti
Ignobile anche la rappresentazione del Signore dei Sith che ne esce dall’intera duologia: confuso, eccessivamente ambiguo (dopo due opere ancora non si capisce cosa intenda fare di Starkiller, a forza di presunti tradimenti e controtradimenti nei confronti dell’Imperatore) e -cosa più grave- debole.
Non che agli altri personaggi già conosciuti sia stata assegnata una sorte migliore: assolutamente non necessaria è la comparsata di Yoda che guida l’apprendista nella stessa grotta nella quale entra Luke ne L’Impero Colpisce Ancora. Un cameo davvero forzato all’inverosimile per una svolta narrativa che avrebbe potuto tranquillamente realizzarsi senza l’anziano maestro Jedi.
Poco convincente anche il fatto che l’Imperatore sappia benissimo, avendoli praticamente creati lui, quali sono i leader dell’Alleanza (Bail Organa fra tutti) e non venga fatta menzione di ritorsioni nei confronti del pianeta natio o della figlia adottiva.
Anche lo stesso consiglio a capo dei Ribelli risulta non contestualizzato a dovere: profondamente frammentato e senza linea una guida unitaria alcuna a qualche mese dalla battaglia di Yavin; senza dimenticare che la genesi del movimento entra in profondo contrasto con quanto narrato nel fondamentale terzo capitolo della trilogia di Han Solo, L’Alba della Ribellione.

La traduzione
Nonostante, come detto precedente anche per quanto riguarda la narrazione, siano stati compiuti dei decisi miglioramenti rispetto al primo capitolo, Il Potere della Forza II contiene al suo interno delle vistose imprecisioni terminologiche da parte del revisore che inficiano non poco la’immersione nella lettura.
Fortunatamente siamo lontani dalle aberranti traduzioni come “artoo” per quanto riguarda il personaggio di R2-D2.

Il Potere della Forza II cover videogioco

Illustrazione per la cover del videogioco, realizzata da Manny Llamas.

Commento finale

Purtroppo non basta inserire volti e situazioni ben note per conferire a un prodotto il classico sapore Star Wars e Il Potere della Forza II ne è l’esempio perfetto.
Comparsate assolutamente fuori luogo e un protagonista davvero inverosimile non permettono di godere appieno di un romanzo che comunque dimostra di aver fatto diversi passi in avanti rispetto al primo capitolo della serie. La lettura risulta dunque, tutto sommato, scorrevole e permette di passare qualche ora di svago da non prendere troppo seriamente a livello di eventi Legends.
Si consiglia piuttosto l’adattamento a fumetti, incentrato su Boba Fett alla ricerca di Starkiller, scelta narrativa che permette di vivere una storia già più verosimile e da un’ottica completamente diversa. L’edizione recensita è quella in copertina flessibile con alette, buona nel complesso; da recuperare nel caso siate completisti, in quanto le copie ancora disponibili non sono ancora molte.

Cosa ne pensate? Lo avete letto? Non dimenticate di condividere, commentare la recensione e, soprattutto, di lasciare anche voi il vostro voto al romanzo nel box!
Vi ricordiamo che potete trovarci anche su Telegram con il nostro canale ufficiale: https://t.me/swlibricomics

Good

  • Starkiller maggiormente caratterizzato
  • Una storia davvero "stroia", non videogame ad avanzamento

Bad

  • Un protagonista esagerato
  • Volti noti assolutamente fuori luogo
  • Imprecisioni di traduzione

Summary

Purtroppo non basta inserire volti e situazioni ben note per conferire a un prodotto il classico sapore Star Wars e Il Potere della Forza II ne è l'esempio perfetto. Comparsate assolutamente fuori luogo e un protagonista davvero inverosimile non permettono di godere appieno di un romanzo che comunque dimostra di aver fatto diversi passi in avanti rispetto al primo capitolo della serie. La lettura risulta dunque, tutto sommato, scorrevole e permette di passare qualche ora di svago da non prendere troppo seriamente a livello di eventi Legends. Si consiglia piuttosto l'adattamento a fumetti, incentrato su Boba Fett alla ricerca di Starkiller, scelta narrativa che permette di vivere una storia già più verosimile e da un'ottica completamente diversa. L'edizione recensita è quella in copertina flessibile con alette, buona nel complesso; da recuperare nel caso siate completisti, in quanto le copie ancora disponibili non sono ancora molte.
5.8

Scarso

Storia - 6
Scrittura - 6.5
Edizione - 5.5
Sensazioni - 5
Nato ad Udine nel 1993, sono uno studente di Analisi e Gestione dell’Ambiente presso l’Università di Bologna. La passione per Star Wars inizia a manifestarsi all’età di otto anni e da allora non mi ha mai abbandonato. Patito degli anni’80 e della cultura pop dell’epoca; amante della musica in generale, dal thrash metal alla synthwave moderna. Collaboro con Star Wars Libri e Comics al fine di entrare in contatto con altri fan ed eventualmente orientare coloro i quali volessero muovere i primi passi all’interno del mondo cartaceo della saga.

Lost Password

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: