Star Wars: Sul Filo Del Rasoio (Multiplayer Edizioni)

Legends Libri
6.3

Sufficiente

5.8

User Avg

A poco più di due mesi da Kenobi, Multiplayer porta nelle librerie un nuovo romanzo Legends ambientato svariati mesi prima de L’Impero Colpisce Ancora e vedente Leia come protagonista assoluta.
Il romanzo Sul Filo del Rasoio fa parte della duologia Empire & Rebellion assieme al volume Codice d’Onore, previsto per novembre assieme a Aftermath: Empire’s End. A questo dittico letterario avrebbe dovuto aggiungersi anche L’Erede dei Jedi (andando così a formare una trilogia in cui ogni volume sarebbe risultato incentrato su uno dei protagonisti della trilogia classica), tuttavia l’inserimento del concetto di Legends ha fatto sì che il libro dedicato a Luke -allora non ancora uscito- venisse brevemente riadattato come successo con Tarkin per fare parte dei nuovi prodotti.Sul filo del rasoio

  • Titolo: Star Wars Empire and Rebellion: Razor’s Edge
  • Data di uscita: 24 agosto 2017
  • Autore: Martha Wells
  • Edito da: Multiplayer Edizioni
  • Edizione: Copertina rigida, 278 pagine
  • Prezzo: EUR 16,92
Prezzo: EUR 16,92
Da: EUR 19,90

Trama

Nel corso di un viaggio destinato ad incontrare un contatto avente accesso a rifornimenti e materiali per il completamento della nuova base sul pianeta Hoth, la fregata Gamble con a bordo Leia e Han e una piccola squadra ribelle viene attaccata giusto prima di saltare nell’iperspazio.
Grazie a delle riparazioni d’emergenza, la nave riesce comunque a compiere il balzo in direzione della stazione Arnot. Tuttavia, appena usciti dall’iperspazio i protagonisti ricevono una richiesta d’aiuto da una nave che è stata abbordata da dei pirati.
Leia riconosce immediatamente lo scafo dei fuorilegge: è di natura alderaaniana e la Aegis (questo il suo nome) faceva parte della flotta del pianeta ormai scomparso a causa della Morte Nera.
Identificatasi e con l’intenzione di vederci più chiaro Leia chiede di salire a bordo accompagnata da Han e altri due Ribelli, incredula del fatto che dei sopravvissuti alderaaniani abbiano intrapreso la via della pirateria spaziale.
Una volta sulla cannoniera il commando di quattro persone fa la conoscenza del capitano Metara e del suo equipaggio, che si rivela sin da subito non a proprio agio nel mondo della criminalità: nonostante l’inesperienza e l’ancoraggio ai valori del pianeta natio, i membri della Aegis hanno stretto un accordo con la leader pirata del settore, la lorrdian Viest, al fine di sopravvivere. Decisa a porre fine a questo disonore per la sua gente, Leia convince Metara a portarla al nascondiglio di Viest per negoziare la rottura dell’accordo e far sì che, magari, i sopravvissuti si schierino successivamente con l’Alleanza.
Giunti nel crocevia di merci e navi pirata le cose si dimostrano ben più complicate del previsto: Viest intuisce che deve esserci qualcosa sotto la proposta di Leia, motivo per il quale sottopone la principessa e Metara ad un mortale gioco, al fine di prendere solamente in considerazione la richiesta sottopostale.
Grazie anche all’intervento di Han, il quale ha precedentamente scoperto che il loro contatto è detenuto nello stesso luogo in cui si trovano assieme ad altri mercanti, Leia riesce a vincere il mortale gioco della leader pirata mettendo temporaneamente fuori uso il droide minatore incaricato di ostacolarla (leggasi eliminarla) nel corso dell’esibizione.
Venendo a conoscenza del fatto che venga praticata la tratta degli schiavi, la protagonista decide di non voler attendere il responso di Viest, optando per un’operazione di sabotaggio della struttura con annessa libera liberazione degli schiavi e, se possibile, l’eliminazione della stessa lorrdian.

Spoiler sul finale

Mentre il piano viene messo in atto (simulando l’ingresso di navi imperiali nello spazio attorno al crocevia tramite una registrazione a tutte le navi presenti), il team di Han viene catturato e interrogato da Viest per comprendere quale sia il fine ultimo dei Ribelli.
Giusto in tempo giunge Leia con il robot minatore riattivato al fine di creare distruzione e disperdere le guardie nemiche. Nel corso della sparatoria che ne risulta, Metara dà la sua vita per proteggere Leia da un colpo fatale di Viest, che sarà a sua volta uccisa dalla principessa stessa. Immediatamente dopo la liberzazione degli schiavi giungono nel settore anche Chewbacca e Luke a bordo del Falcon, preoccupati per la scomparsa dei quattro membri dell’alleanza allontanatisi dalla Gamble.
Ritornati nei pressi della stazione Arnot, i nostri intuiscono che deve essere successo qualcosa mentre ricevono una comunicazione da un presunto Ribelle giunto in soccorso della fregata approdata alla stazione. Decisi quindi ad attirare gli Imperiali in una trappola, Luke e il soldato Kifar Itran scendono su un pianeta vicino usato come nascondiglio dai contrabbandieri per richiamare l’attenzione dei nemici. Tuttavia Luke viene tramortito da Kifar, che si rivela la spia che sin dal principio della vicenda aveva comunicato gli spostamenti della Gamble al comandante imperiale Degoren.
Nuovamemnte costretta a salvare il suo amico Leia (ormai guadagnatasi il pieno rispetto dei membri della Aegis) riesce ad abbordare la nave imperiale traendo in salvo il fratello e mettendo fuori combattimento gli imperiali. La vicenda si conclude con la principessa che esprime chiaramente la sua proposta agli alderaaniani di entrare nell’Alleanza e questi, dopo qualche giorno di riflessione, si presentano al rendez-vous accordato per confermare l’adesione.

[collapse]

Cosa mi è piaciuto?

Leia protagonista: Sebbene esistano diversi romanzi e fumetti dedicati ad Han e Luke, indubbiamente quelli che vedono la principessa come figura attorno alla quale ruota la vicenda sono assai meno comuni. Nel corso della storia il punto focale raramente si allontana dal personaggio, lasciando dunque molto spazio a Leia stessa, una scelta narrativa che permette comunque di dare alla Skywalker i suoi momenti riflessivi al fine di esplorare il suo carattere e le motivazioni che guidano le sue azioni, senza però mai raggiungere una “profondità” a mio modesto parere sufficiente.

Ambientazione criminale: Per circa tre quarti della vicenda i personaggi si muovono in un contesto che è distante dal classico “Impero contro Ribellione”, fornendo una panoramica di quello che è il mondo di pirati, contrabbandieri e fuorilegge di diversa natura. Apprezzato quindi il tentativo di fornire un contesto differente, che magari in altre pubblicazioni è stata solo accennato per brevi capitoli.

Razors Edge Han Leia Trevas

Han e Leia mentre discutono le prossime mosse. Illustrazione di Chris Trevas su www.unboundworlds.com

Cosa non mi è piaciuto?

Storia mediocre: Purtroppo la vicenda narrata tra le pagine risulta tutt’altro che avvincente, rasentando spesso la monotonia. Le fasi concitate sono presenti in diversi punti -e anche ben rese dalla Wells ad onor del vero- ma non bastano a far scivolare in secondo piano il fatto che ci si trovi su una storia molto canonica che procede su binari predefiniti, senza mai proporre deviazioni interessanti da essi.
Nemmeno l’atto finale, quello che dovrebbe esser il più avvincente per definizione, riesce a sollevare la situazione, inserendo un confronto con gli imperiali già preannunciato dalle pagini iniziali del romanzo e che sembra ivi posizionato forzatamente giusto per dar una conclusione alla vicenda.

Personaggi impalpabili: Non ci può essere una buona storia senza dei buoni personaggi e Sul Filo del Rasoio non fa eccezione. A parte per quanto riguarda le tre figure storiche della trilogia classica (tutto sommato caratterizzati in maniera buona), i comprimari risultano del tutto anonimi, i cui nomi e ruoli risultando difficili da memorizzare per il lettore a causa del loro essere semplicemente delle macchiette nella maggior parte dei casi.
Esempio più emblematico è quello del leader pirata Viest, la quale dovrebbe essere l’antagonista principale e invece si rivela lo stereotipo del pirata fuorilegge che non lascia alcun segno nella vicenda, se non quello di fungere da sorgente per tutti i problemi incontro ai quali i Ribelli vanno incontro nel loro covo.

Razor's Edge 1

I Ribelli incontrano Metara e alcuni membri del suo equipaggio. Illustrazione di Magali Villeneuve da www.starwars.com

Commento finale

Sul Filo del Rasoio purtroppo non è il romanzo sperato: una buona rappresentazione della figura di Leia non permette di soprassedere sulla storia e sui personaggi che non riescono a lasciare il segno come dovrebbero. Come per il romanzo (almeno in principio) compagno L’Erede dei Jedi ci troviamo dinanzi ad una pubblicazione leggera e scorrevole nella lettura, ma tutt’altro che imprescindibile; si spera dunque che il capitolo mancante -dedicato a Han Solo- e previsto nel mese di novembre possa risultare di livello superiore.
Edizione in copertina rigida buona, nulla di negativo da segnalare sotto tale punto di vista.

Che ne pensate, lo avete letto? Fatecelo sapere nei commenti e non dimenticate di dare anche voi un voto al romanzo nell’apposito box!

Good

  • Romanzo dominato dai personaggi femminili
  • Ambientazione nel sottobosco criminale

Bad

  • Personaggi assolutamente non all'altezza
  • Storia banale e prevedibile

Summary

Sul Filo del Rasoio purtroppo non è il romanzo sperato: una buona rappresentazione della figura di Leia non permette di soprassedere sulla storia e sui personaggi che non riescono a lasciare il segno come dovrebbero. Come per il romanzo (almeno in principio) compagno L'Erede dei Jedi ci troviamo dinanzi ad una pubblicazione leggera e scorrevole nella lettura, ma tutt'altro che imprescindibile; si spera dunque che il capitolo mancante -dedicato a Han Solo- possa risultare di livello superiore. Edizione in copertina rigida buona, nulla di negativo da segnalare sotto tale punto di vista.
6.3

Sufficiente

Storia - 5
Scrittura - 6.5
Edizione - 7.5
Sensazioni - 6

Nato ad Udine nel 1993, sono uno studente di Analisi e Gestione dell’Ambiente presso l’Università di Bologna. La passione per Star Wars inizia a manifestarsi all’età di otto anni e da allora non mi ha mai abbandonato.
Patito degli anni’80 e della cultura pop dell’epoca; amante della musica in generale, dal thrash metal alla synthwave moderna.
Collaboro con Star Wars Libri e Comics al fine di entrare in contatto con altri fan ed eventualmente orientare coloro i quali volessero muovere i primi passi all’interno del mondo cartaceo della saga.

Rispondi

Lost Password

Sign Up

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: