The Old Republic – Inganno

Legends Libri
7.5

Discreto

Il libro, che porta lo stesso nome di quello che, secondo me, è uno dei migliori cinematic trailer di Star Wars: The Old Republic, era molto atteso all’uscita, essendo il secondo romanzo dedicato alla Old Republic, e che descrive l’avvenimento conclusivo della Grande Guerra Galattica: il Sacco di Coruscant.

Star Wars The Old Republic Inganno

  • Titolo: The Old Republic: Inganno
  • Data di uscita USA: 22/03/11
  • Data di uscita italiana: 30/01/13
  • Autore: Paul S. Kemp
  • Edito da: Del Rey – Multiplayer Edizioni
  • Edizione: 332pp, copertina flessibile, lingua inglese
  • Prezzo: Prodotto esaurito in italiano EUR 5,86
    Prezzo: EUR 5,86
    Da: EUR 6,31

L’autore

Paul S. Kemp è conosciuto al grande pubblico per essere l’autore della serie di romanzi War of the Spider Queen, ambientata nei Forgotten Realms, un universo immaginario di Dungeons & Dragons. Per Star Wars, oltre a The Old Republic: Inganno, ha scritto anche Crosscurrent ed il suo seguito, Riptide; inoltre, nel 2015 ha scritto il romanzo canon Star Wars: I signori dei Sith. 

Sommario editoriale

In questo romanzo della saga ambientata nell’universo del videogioco Star Wars: The Old Republic, per la prima volta i lettori si troveranno faccia a faccia con un guerriero in grado di rivaleggiare coi più sinistri Signori Oscuri dell’Ordine: Darth Malgus, il misterioso Sith apparso in Deceived e Hope, due popolarissimi trailer del videogioco.

Malgus ha abbattuto il Tempio Jedi di Coruscant durante un brutale assalto che ha sconvolto la Galassia – ma se la guerra l’ha incoronato come il più oscuro degli eroi Sith, la pace potrebbe trasformarlo in qualcosa di ben più atroce: qualcosa che Malgus non avrebbe mai voluto diventare, ma che non può evitare…

Non più di quanto possa impedire il rapido avvicinarsi di una Jedi molto pericolosa. Il suo nome è Aryn Leneer, e il Cavaliere che Malgus ha sconfitto durane la feroce battaglia al tempio era il suo affezionato Maestro. Ora lei è intenzionata a scoprire che sia realmente accaduto, a costo di infrangere ogni regola …”

Trama

Spoiler

Il romanzo inizia con l’attacco al tempio Jedi, cui seguirà il sacco di Coruscant, guidato da Darth Malgus. Durante il combattimento tra Jedi e Sith, Malgus si scontra con il maestro Jedi Ven Zallow, uccidendolo. Il tempio viene quindi distrutto, e Coruscant occupata. Al contrario però di quanto si aspetta il Sith, il pianeta non viene totalmente bombardato, poiché l’Impero, forte della sua nuova conquista, vuole firmare un trattato di pace con la Repubblica. Malgus quindi inizia a credere che i suoi superiori, e lo stesso Imperatore, abbiano segnato il destino dei Sith, poiché solo attraverso il conflitto si può ottenere una maggiore conoscenza della forza.

Su Alderaan, dove sono riunite delegazioni di entrambe le fazioni per il trattato di pace, gli Jedi percepiscono, attraverso la forza, gli orrori commessi dai Sith sulla capitale Repubblicana. Nonostante il disappunto di Aryn Leneer, ex padawan di Ven Zallow, i negoziati continuano. La jedi, in segreto, lascia Alderaan, abbandonando l’ordine Jedi, e si dirige verso Coruscant, decisa a scoprire chi ha ucciso il suo maestro, e vendicarlo. Per arrivarci, chiede l’aiuto di un ex-soldato repubblicano, ora trafficante di spezie, Zeerid Korr. Anche lui deve arrivare su Coruscant, per trasportare un carico per conto dell’organizzazione criminale Lo Scambio, ma è braccato da Vrath Xizor, un agente Hutt, rivali dello Scambio.

Xizor, prevedendo l’arrivo dei due sul pianeta, li precede, avverte Darth Malgus, ed infatti la nave di Zeerid viene attaccata appena uscita dall’iperspazio. Nonostante ciò, riescono a salvarsi, e si incamminano nella zona industriale sotterranea, vicina al Tempio Jedi. Qui, incontrano T7-O1, il droide di Zallow, che mostra ad Aryn il duello tra il suo maestro e Darth Malgus. Aryn quindi si scontra brevemente con il Sith al Tempio, finché il combattimento non viene interrotto da Zeerid, che porta via l’amica.

L’ex Jedi decide quindi di rapire l’amante Twi’lek di Malgus, Eleena Daru, così che lui provi lo stesso suo dolore. Aryn e Zeerid quindi si separano, lui riparte, e lei rimane su Coruscant; tuttavia, decide di non uccidere la Twi’lek, e inizia il secondo duello con Malgus. Lui vince, ma decide di lasciarla andare, dato che aveva risparmiato la vita di Eleeena. Dopodiché, uccide lui stesso la ragazza, eliminando la sua unica debolezza. Nell’epilogo, dopo il trattato di pace tra la Repubblica e l’Impero, Malgus decide di prendere il controllo di quest’ultimo, iniziando dall’uccisione del suo rivale politico Lord Adraas. Nel frattempo, Aryn ritrova Zeerid, che era andato a vivere in una fattoria, e gli dice di aver lasciato l’Ordine Jedi, così che possano vivere insieme.

[collapse]

Commento

Ho inizialmente trovato complesso scrivere ciò che mi era piaciuto, e ciò che invece non mi era piaciuto, in questo romanzo, dato che ho trovato lati negativi e positivi in quasi tutti i personaggi principali, e in altre caratteristiche del romanzo. Ma partendo dai personaggi, l’antagonista principale della vicenda è Darth Malgus, uno dei più importanti Sith della Vecchia Repubblica; se da un lato mi è piaciuto, per il suo essere “badass“, e per il conflitto interno che vive, data la sua relazione con Eleena, dall’altro l’ho trovato decisamente piatto; per chiarire, è praticamente il classico Sith che fa discorsi retorici sulla rabbia, ma è totalmente estraneo ai giochi politici che però caratterizzano gli utilizzatori del lato oscuro più amati dal pubblico, primo tra tutti il caro Palpatine.

Altra nota dolente tra gli antagonisti è appunto Eleena, la classica Twi’lek sexy (e trovatemene una che non lo è), che però rimane un espediente narrativo fin troppo bidimensionale, senza paure, ambizioni o altro. Per quanto riguarda il terzo antagonista, Vrath Xizor, è più un personaggio secondario, anche se offre alcuni spunti interessanti, soprattutto per la provenienza opposta, rispetto al protagonista maschile. Lui è un ex cecchino dell’esercito Imperiale, ora agente Hutt; Zeerid è un ex pilota Repubblicano, ora agente dello Scambio.

Arrivando ai protagonisti, con appunto Zeerid, credo sia il personaggio meglio riuscito dell’opera. Nonostante la sua storia sia piuttosto banale (ex-soldato che svolge lavori illegali per pagare le cure alla figlia invalida), è raccontata in modo quasi magistrale da Kemp, che fa entrare il lettore nelle necessità, e nei problemi, del personaggio. Stessa cosa purtroppo non si può dire di Aryn Leneer, la Jedi; personaggio che, sulla carta, può risultare interessante per l’abilità che dimostra nell’uscire da diverse situazioni mortali, ma noioso per, anche qui, la banalità del suo personaggio: il classico Jedi che, dopo la morte di una persona cara, lascia l’ordine per vendicarsi.

Tralasciando però i personaggi, il romanzo ha una scrittura molto piacevole, con un ritmo a volte incalzante, a volte più lento e descrittivo. In particolare, la scena dell’attacco al tempio non solo è rappresentata con dovizia di particolari, ma è anche decisamente dinamica. Inoltre, segue molto ciò che succede nel trailer sopra linkato, (di cui infatti consiglio la visione, sia prima che dopo), cosa che ho trovato particolarmente avvincente (leggere le righe tutte di un fiato, sapendo cosa stia succedendo, e cosa succederà, ma con la curiosità di conoscere ulteriori particolari).

Conclusione

Per concludere, nonostante i molti difetti, ho trovato il libro ben scritto, avvincente ed interessante, per la quantità di personaggi presente (e come al solito, l’onnipresente Satele Shan compare anche qui, ma in un ruolo che non rende giustizia al personaggio), e per l’ulteriore approfondimento che dona riguardo all’impero Sith della Old Republic. Ne consiglio quindi la lettura, prima degli altri romanzi della Old Republic (ma dopo Revan), anche a chi non è avezzo alle vicende dell’Era della Vecchia Repubblica.

Good

  • Approfondimento sull'Impero Sith
  • Incipit che segue gli eventi del cinematic trailer
  • Approfondimento su una delle fasi fondamentali della guerra
  • Qualità della scrittura

Bad

  • Troppi personaggi banali
  • Trama principale banale

Summary

Riassumendo, un romanzo abbastanza gradevole, non esente da pecche, ma che è comunque consigliato, sia a chi gioca a Star Wars: The Old Republic, sia a chi invece ne è digiuno. Tuttavia, i fan più accaniti troveranno molti difetti in un romanzo del genere, come ce ne sono negli altri tre romanzi tie-in sulla Old Republic
7.5

Discreto

Storia - 7
Edizione - 7.5
Sensazioni - 7.5
Scrittura - 8
Studente di Ingegneria a Tor Vergata, sono un appassionato lettore di romanzi e fumetti (Asimov e PK nel cuore) fin da piccolo. Patito di fotografia, cinema, musica e videogiochi, amante sia di Star Trek che di Star Wars, ho anche un particolare interesse per i viaggi, e per la storia. Non contento dei miei mille hobby, ho deciso di collaborare con Star Wars Libri e Comics, per condividere la mia passione, e magari aiutare qualcuno ad orientarsi nell'immenso universo cartaceo di Guerre Stellari.

Rispondi

Lost Password

Sign Up

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: