Justina Ireland parla di Spark of the Resistance

Alla vigilia dell’uscita del romanzo per giovani adulti Spark of the Resistance, l’autrice Justina Ireland (Lando’s Luck) ha rilasciato un’intervista per Dan Brooks, redattore presso il sito ufficiale starwars.com.

Spark of the Resistance Cover

La copertina di Spark of the Resistance

Il romanzo si svolge in un momento ancora inesplorato della storia di Star Wars, poco dopo gli eventi de Gli ultimi JediIreland comincia spiegando il suo approccio nella creazione della trama:

Sì, be’, non mi ha terrorizzata finché non mi hai posto questa domanda. Ora sembra qualcosa di molto più importante della semplice scrittura di una storia.

Il romanzo, parte del Journey to Star Wars: The Rise of Skywalker, vedrà i nostri eroi alle prese con un’indagine riguardante un segnale di soccorso proveniente dal lontano pianeta di Minfar.

Si dirigono laggiù e scoprono che la popolazione locale di questo pianeta così remoto è completamente isolata dall’esterno. Non c’è motivo per cui il Primo Ordine debba essere lì, non fosse per la presenza di laboratori segreti e di un’arma leggendaria che forse c’è, o forse no.

La vicenda metterà Rey e compagni dinanzi a vari dilemmi morali. È giusto che interferiscano in qualunque modo con la vita della popolazione locale? Se davvero esiste un’arma, è giusto che provino a impadronirsene per conto della Resistenza?

È un bel modo per introdurre la grandezza di Episodio IX, è un piccolo assaggio della vita quotidiana della Resistenza.

In quanto veterana delle forze armate, Ireland ha prestato attenzione affinché le perdite subite dalla Resistenza ne Gli ultimi Jedi e le lezioni imparate possano avere un impatto sulla crescita dei personaggi.

Volevo continuare su questa strada, sull’idea che essere un eroe e combattere il Primo Ordine sia più che salire a bordo di una nave e sparare. Esistono dei princìpi morali che contraddistinguono questa identità.

Il romanzo è pur sempre una storia ambientata nella galassia lontana lontana, dunque i lettori possono aspettarsi di incontrare alcuni elementi caratteristici della saga.

Se vai su un pianeta sottosviluppato ai confini dello Spazio Selvaggio trovi sicuramente dei mostri giganti, è così che la penso.

Sono state inoltre rilasciate due tavole tratte dal romanzo, a opera di Phil Noto (Poe Dameron), e un estratto dall’edizione in audiolibro, lette da Jessica Almasy. L’estratto, della durata di 5 minuti, è disponibile a questo link e vede protagonista il Comandante Spiftz del Primo Ordine.

Che ne pensate? Siete ansiosi di rivedere i nuovi eroi ne L’Ascesa di Skywalker? Fatecelo sapere nei commenti e non dimenticate di iscrivervi al nostro Canale Telegram!

Fonte: starwars.com

Dicci la tua!

0 0

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Lost Password

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

RSS
Iscriviti via Email