[Recensione] Guerre Stellari #1

Summary
Questi fumetti hanno il doppio della mia età e sono estremamente lontani dai prodotti a cui sono abituato: non riesco quindi a discriminare bene tra cosa mi è piaciuto e cosa no. Sono sicuramente albi molto kitsch e diversi dai fumetti di Star Wars a cui siamo abituati. I disegni sono duri e un po' pulp, sicuramente non fotografici; i colori abbastanza fedeli e utilizzano la tecnica "puntinata" tipica di quegli anni. La traduzione non è perfetta, anzi, ci sono alcuni adattamenti che fanno sorridere.
8
Buono

Inizia oggi un tuffo nel passato dei comics di Star Wars, per andare alla scoperta della prima serie a fumetti di Guerre Stellari della Marvel, pubblicata in Italia da Mondadori nel biennio 1977-1978. Potete leggere qui la puntata #0 della serie, una guida completa a queste pubblicazioni.

mondadori Guerre Stellari

  • Titolo: Guerre Stellari #1
  • Data di uscita: Novembre 1977
  • Autori: Roy Thomas, Howard Chaykin
  • Edito da: Mondadori
  • Edizione: 40 pp, colore
  • Prezzo: 350 lire – attualmente valutato tra i 5 e i 10€

Trama

I primi tre numeri della serie ricalcano passo passo (a parte alcuni momenti aggiuntivi). In particolare, il #1 copre le vicende cinematografiche dall’inizio del film a quando Luke, Ben, Han e Chewbacca riescono a fuggire dal blocco imperiale attorno a Tatooine e ad entrare nell’iperspazio.

Commento

Questi fumetti hanno il doppio della mia età e sono estremamente lontani dai prodotti a cui sono abituato: non riesco quindi a discriminare bene tra cosa mi è piaciuto e cosa no. Sono sicuramente albi molto kitsch e diversi dai fumetti di Star Wars a cui siamo abituati. I disegni sono duri e un po’ pulp, sicuramente non fotografici; i colori abbastanza fedeli e utilizzano la tecnica “puntinata” tipica di quegli anni. La traduzione non è perfetta, anzi, ci sono alcuni adattamenti che fanno sorridere (il primo esempio che mi viene in mente è “la guerra di Clone” – che è già un miglioramento rispetto a Quoti per carità o anche “Grand Moff Tarkin”, in cui Grand Moff è inteso come nome; la perla è sicuramente Chewbacca che è un “wuki”). Forse le vignette sono un po’ incasinate ma comunque l’azione si dipana bene e rende anche molto l’idea del film.

Vi ricordo, come sempre, di condividere l’articolo e di mettere mi piace alla pagina Facebook!

Written by
Laureato in Bionics Engineering alla Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, lavoro nella progettazione di dispositivi medicali. Fan di Star Wars da quando ero piccolo, all'età di circa 11 anni scopro i fumetti di Star Wars. Dal febbraio 2015 ho lanciato Star Wars Libri & Comics, un progetto nato per condividere la mia passione per "il Lato Cartaceo della Forza" e che, nel corso degli anni, è diventato il punto di riferimento italiano per i lettori di Star Wars.

Dicci la tua!

0 0

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>