The Acolyte – La Seguace: L’analisi del trailer

Durante il pomeriggio di martedì 19 marzo, Lucasfilm ha finalmente svelato il trailer della prima stagione di The Acolyte: La seguace, la nuova serie live action ambientata nella galassia lontana lontana che andrà in onda su Disney+ a partire dal prossimo 5 giugno. Come di consueto, Star Wars Libri & Comics ha studiato e analizzato il trailer, che potete vedere qua sotto, al fine di presentarvi i principali spunti e riferimenti offerti in vista della futura uscita della serie.

La serie tv di Leslye Headland sarà ambientata negli ultimi giorni dell’Alta Repubblica e vedrà protagonisti diversi Jedi. Tra questi non può non spiccare Vernestra Rwoh, già protagonista di molte delle opere letterarie del progetto editoriale L’Alta Repubblica.

 

Il trailer si apre con una sequenza ambientata all’interno del Tempio dei Jedi di Coruscant, dove il Maestro Sol, interpretato da Lee Jung-jae, sta insegnando a un gruppo di giovanissimi iniziati, tra cui figura un alieno di specie Tarsunt, ad aprire la mente alla Forza. Le massime del Maestro Jedi sono piuttosto familiari: le sue parole, infatti, ricordano molto da vicino gli insegnamenti impartiti da Obi-Wan Kenobi a bordo del Millennium Falcon in Episodio IV: Una nuova speranza, quando Luke Skywalker farà il suo primo passo in un mondo più vasto.

Il Maestro Sol insegna agli Iniziati su Coruscant

Il Maestro Sol insegna agli Iniziati su Coruscant

Gli ammaestramenti di Sol, inoltre, assomigliano molto a quelli che, quasi due secoli più tardi, Luke Skywalker proporrà a Rey durante la sua prima lezione, aiutandola a capire la Forza nel corso degli eventi di Episodio VIII: Gli ultimi Jedi. Anche in questo caso, infatti, i piccoli allievi del Maestro Jedi vengono invitati a spiegare ciò che vedono attraverso la Forza, secondo un concetto introdotto nel corso del progetto letterario Alta Repubblica: vita, equilibrio e… fuoco. A percepire il campo di energia mistica in questo modo a dir poco sinistro è, quella che appare, la piccola Mae. La seguace indicata dal sottotitolo italiano della serie, che, negli anni a venire, diventerà la Padawan dello stesso Sol.

Qualora la peculiare percezione della Forza e l’abbigliamento dei Jedi presenti nel Tempio non fosse sufficiente per collocare cronologicamente gli eventi della serie, l’ambientazione nell’era dell’Alta Repubblica viene ulteriormente ribadita dalla presenza dell’ormai matura Vernestra Rwoh, presente nelle Fasi I e III del progetto letterario e qui interpretata da Rebecca Henderson, che incarna la figura di una saggia e potente Maestra Jedi.

Prima immagine ufficiale di Vernestra

Come confermato dalla showrunner Leslye Headland, Vernestra Rwoh sarà l’unico personaggio tratto dal progetto Alta Repubblica ad apparire nella serie, mentre, in tutti gli altri casi, si tratterà di personaggi inediti

La seconda, grande sequenza del trailer sembra invece svolgersi molti anni dopo, quando una Mae cresciuta e adulta, interpretata da Amandla Stenberg, varca le soglie di un centro cittadino e, dopo aver attraversato un mercato gremito di alieni, fa il suo ingresso in una taverna. Il primo elemento d’interesse è l’abbigliamento della ragazza: quest’ultima, infatti, sembra indossare le vesti tipiche degli Yacombe, una setta affiliata al lato oscuro della Forza.

Mae entra nella taverna

Benché le conoscenze in merito a questi misteriosi adepti siano ancora piuttosto scarne, la setta è stata menzionata per la prima volta nell’audiolibro Dooku – Jedi Lost, che descrive alcuni artefatti Yacombe contenuti nella Collezione di Bogan, la raccolta di artefatti del lato oscuro del Tempio Jedi di Coruscant. Le maggiori informazioni su questo gruppo arrivano, però, da L’Alta Repubblica: L’Equilibrio della Forza, in cui una rappresentante degli Yacombe, intenzionata a prendere parte al Consesso della Forza di Jedha, viene estromessa al concilio religioso per via dell’affinità della setta con il lato oscuro, apparentemente ripudiato dalla stessa rappresentante. Oltre al vestiario tradizionale, altri due tratti distintivi degli Yacombe sono i due pugnali gemelli, utilizzati anche da Mae, e il voto di silenzio, che impedisce loro di proferire parola direttamente.

Tra gli avventori della taverna, in ogni caso, spicca la Maestra Jedi Indara, interpretata da Carrie-Anne Moss, che, all’avvicinarsi della figura incappucciata, sembra avvertire un tremito nella Forza. È a questo punto che Mae, armata di pugnale, aggredisce la Jedi, che tuttavia si difende soltanto tramite l’utilizzo della Forza, rinunciando, per motivi ancora non del tutto chiariti, a sguainare la propria Spada Laser.

Mae attacca Indara nella taverna.

È a questo punto che viene svelato il principale tema narrativo della serie: i guardiani di pace e giustizia della Repubblica, infatti, si ritrovano costretti a indagare in merito ad alcuni, misteriosi omicidi perpetrati ai danni dei Jedi. Vediamo, quindi, un Jedi meditare levitando, in modo simile ad Avar Kriss, e Mae tentare di assassinarlo con il suo pugnale. L’esito dell’evento non ci viene tuttavia mostrato, poiché appaiono due nuovi personaggi: il Cavaliere Jedi Yord Fandar (Charlie Barnett) e la Padawan di Sol: Jecki Lon (Daphne Keen) all’interno di una caverna ghiacciata. 

Yord, con la sua lama gialla e Jacki.

Yord, con la sua lama gialla e Jecki.

Vediamo poi ben 8 Jedi osservare un panoramo boschivo, tra questi possiamo distinguere chiaramente il Maestro Sol in testa al gruppo, Jecki Lon dalla chioma biondo platino, Yord Fandar al seguito del Maestro Jedi e un Jedi probabilmente di specie Kel Dor, la stessa di Plo Koon, per quanto sia improbabile che si tratti di lui.

I Jedi osservano un bosco da una collina.

Appare brevemente, e per la prima volta dopo la Star Wars Celebration Europe, anche il Maestro Jedi Wookie Kelnacca. Anche questo è circondato dagli alberi, che gli 8 Jedi siano andati a cercare il Wookie solitario?

Kelnacca nel bosco.

Molto velocemente vediamo poi il Maestro Sol interrogare quello che sembra essere un comune cittadino, terrorizzato da un’oscurità percepita. Vediamo, poi, anche un tempio diroccato e un’astronave sorvolarlo. L’atmosfera del pianeta è molto simile a quella di Takodana, sede del Castello di Maz Kanata visto in Epiosdio VII – Il Risveglio della Forza. In particolare occorre ricordare come a Takodana vi siano le rovine di un Tempio Jedi, visto in L’Alta Repubblica Avventure.

La scena cambia di nuovo e adesso ci viene mostrato un combattimento tra Mae e il Maestro Sol, anche in questo caso la seguace è armata di pugnale, mentre il Jedi ha come unico alleato la Forza. Il pianeta, seppur in atmosfera notturna, sembra simile a quello dov’era avvenuto lo scontro con Indara, rimane comunque ignoto al momento.

Mae e Sol si affrontano.

Rapidamente appaiono poi numerose scene: Vernestra spalanca un portone, probabilmente entrando nella sala di addestramento su Coruscant, vista a inizio trailer. Appare brevemente Qimir, il contrabbandiere interpretato da Manny Jacinto, intento a osservare intensamente qualcosa che sta avvenendo fuori dall’inquadratura. Vediamo in ultimo 4 Jedi: Kelnacca, il giovane Torbin, Padawan interpretato da Dean-Charles Chapman,oltre ai soliti Sol e Indara, essere circondati da un gruppo di streghe. Si tratta della setta guidata da Madre Aniseya, interpretata da Jodie Turner-Smith.

Le streghe accerchiano i 4 Jedi.

“Qui non si tratta di bene o male, qui si tratta di potere e di chi è autorizzato a usarlo”
Le parole di Madre Aniseya, in contrasto con quelle di Sol

Questo nuovo personaggio ha caratteristiche simili a quelle de La Madre, vista nella Fase II dell’Alta Repubblica. Tuttavia grazie alla descrizione dei personaggi sappiamo essere a capo di una congrega di streghe, sembra quindi non solo voler limitare il potere dei Jedi ma incrementare anche il proprio, evidentemente ritenendosi più degna.

La strega con la sua congrega.

Vediamo poi velocemente una ragazza – forse Mae? – correre in una foresta in fiamme, un’astronave, probabilmente la stessa che volava vicina al tempio, schiantarsi su una montagna innevata e 3 Jedi: Sol, Yord Fandar e Jecki Lon sommersi da una bufera di neve. Appaiono anche Mae e Madre Aniseya, che sembrano dunque alleate, almeno in apparenza.

Il trailer giunge dunque alla propria conclusione, grazie all’impattante scena finale. Dopo essere stati attaccati da una misteriosa spada laser rossa, tutti gli 8 Jedi, probabilmente quelli visti in precedenza, estraggono contemporaneamente le proprie Spade Laser: 3 gialle, 3 verdi e 3 blu. Si tratta della scena live action con più spade laser contemporaneamente a schermo dai tempi di Episodio II – L’Attacco dei Cloni.

I Jedi avvertono una presenza sinistra.

A poco servono le spade di luce, però, i Jedi vengono rapidamente sbalzati indietro da una spinta della Forza di enorme potenza. Nella scena appare anche, solo tramite la propria mano, l’ignoto proprietario della lama color cremisi. 

La mano che richiama la spada rossa.

Ovviamente non sappiamo se questo personaggio sia uno di quelli già mostrati o un nuovo antagonista, tuttavia non possiamo non notare la somiglianza tra l’elsa di questa Spada Laser e quella Legends di Darth Plagueis.

Cosa ne pensate di questo primo trailer di The Acolyte – La Seguace? Attendete anche voi questa nuova serie tv? Fatecelo sapere nei commenti e iscrivetevi al nostro canale Youtube per restare sempre aggiornati! Venite a trovarci anche su Telegram con il nostro canale ufficiale e la nostra attivissima chat! Vi ricordiamo inoltre il nostro store con il merchandising ufficiale di Star Wars Libri & Comics!

Abbiamo inoltre svelato che la nostra sede fisica verrà inaugurata a Milano il prossimo 4 maggio per la ricorrenza del May the 4th: seguiteci sui nostri canali per non perdere alcun aggiornamento e ricordate che potete dimostrare il vostro supporto sostenendo la campagna di crowdfunding che garantisce l’accesso a gadget esclusivi.

Written by
Classe 2000, laureato in Economia presso l'Università Cattolica di Milano, collezionista compulsivo di variant, vorace lettore di romanzi e fumetti di Star Wars dal 2012 e autore di Star Wars Libri & Comics dal Novembre 2020.

Dicci la tua!

6 1

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>