Star Wars: L’Impero a Pezzi

Comics Nuovo Canone Viaggio verso "Star Wars: Il Risveglio della Forza"
8.3

Buono

7.2

User Avg

impero a pezziShattered Empire, in italiano L’Impero a Pezzi, insieme agli altri romanzi della Journey to Star Wars: The Force Awakens, era sicuramente uno dei prodotti più attesi del Nuovo Canone sin dal momento dell’annuncio.

Frutto della collaborazione di due maestri del fumetto, lo statunitense Greg Rucka alla storia e il nostro italianissimo Marco Checchetto (di cui potete leggere un’intervista realizzata in collaborazione con GuerreStellari.net) ai disegni, L’Impero a Pezzi, arriva finalmente anche da noi grazie ad un enorme sforzo editoriale di Panini Comics volto a dare a tutti i fan italiani il primo pezzettino di informazioni su quanto avvenuto tra Il Ritorno dello Jedi e Il Risveglio della Forza.

Questa è la mia recensione senza spoiler (solo uno e ben segnalato) del fumetto che, vi assicuro, è davvero una bomba!

  • Data di uscita: 5/11/2015
  • Autori: Greg Rucka, Marco Checchetto
  • Edito da: Panini Comics
  • Edizione: 48pp, colore
  • Prezzo: 3,00€

Trama: L’albo, composto dai primi due numeri della minserie, inizia in medias res durante la battaglia di Endor e ne segue i concitati momenti dal punto di visto della luogotenente Shara Bey, pilota di A-Wing della squadriglia Verde. In seguito alla battaglia è il momento, per Shara, delle celebazioni sulla superficie della luna boscosa, insieme ai rumorosi ewok, ai grandi generali Solo e Calrissian e all’amato marito. Il giorno dopo però il lavoro non è finito e i ribelli andranno a catturare la base imperiale posta dall’altro lato della luna: scoprendo che in realtà il loro lavoro di liberazione della Galassia è appena cominciato.
Il secondo numero dell’albo è ambientato invece qualche mese dopo la battaglia di Endor: alcuni Star Destroyer vengono contattati da un messaggio dell’Imperatore per avviare una dura operazione di repressione; Shara invece, dopo l’ennesima battaglia, viene affidata come pilota per una importante missione diplomatica con la Principessa Leia. Le due donne si recheranno su Naboo, pianeta natale dell’ormai defunto Imperatore Palpatine, per iniziare il lungo processo di ricostituzione della Repubblica Galattica… Non si aspettano però, che anche dall’oltretomba, l’ira dell’Imperatore si sta per abbattere su di loro…

Cosa mi è piaciuto?

La storia: Ho trovato davvero stupendo ripartire di colpo da quanto si vede ne Il Ritorno dello Jedi: dà un grandissimo senso di continuità al fumetto con il film e ci permette di avere una visione più completa della battaglia spaziale. Il dipanarsi della vicenda è anche questo molto ben studiato, secondo me: parte proprio dagli istanti successivi al film, con l’assalto alla base imperiale sulla Luna Boscosa e poi si sviluppa nella seconda metà dell’albo con una bella elissi temporale: facendo ben capire sia le difficoltà e i sucessi dei Ribelli, che le innumerevoli difficoltà (e basta) dell’Impero. Tuttavia, purtroppo, la trama non è così forte da sostenere una grandissima valutazione perché dà informazioni, per quanto valide e preziose, che sembrano un po’ sparse ma che, secondo me, avranno più senso in futuro.

I disegni: Marco Checchetto ha confenzionato un lavoro davvero sublime, che ti fa voglia di tornare a fissare le sue tavole una volta finito l’albo. I suoi disegni sono ricchi di dettagli, i personaggi espressivi e riconoscibili: sia i personaggi classici che quelli nuovi (ottimo il lavoro di design effettuato su Shara Bey). Le battaglie spaziali o aree sono volutametne confuse in un turbinio di sciee ed esplosioni e danno un grande senso di azione e dinamismo. Il ritorno su Naboo (che però non stato disegnato da Marco – che ha internamente realizzato i numeri 1 e 4 mentre negli altri solo alcuni pezzi) è poi un grande e bellissimo tuffo nel passato, un ritorno a quell’amato/odiato La Minaccia Fantasma dall’estetica però così inconfondibile, su uno dei pianeti più belli dell’intera saga.

journey-to-star-wars-the-force-awakens-shattered-empire-preview-146894

I personaggi [ATTENZIONE SPOILER]: I personaggi della trilogia originale, come ho già detto, riprendono veramente vita attraverso le pagine di questo fumetto, grazie a disegni, battute e “atteggiamento” ma non è di questo che voglio parlare.

Vorrei concentrarmi sui due nuovi personaggi che vengono introdotti: Shara Bey e suo marito.

SPOILER SUI PERSONAGGI

I due sono una coppia affiatata ma spesso sono costretti a stare lontani a causa dei loro diversi impegni nella guerra contro l’Impero: Shara è un pilota formidabile mentre suo marito, Kes Dameron è un sergente delle forze speciali di terra. Sì, avete letto bene, Kes Dameron: Shara e Kes sono i genitori di Poe Dameron, il pilota della Resistenza (sembra aver preso da sua madre) che vedremo protagonista in “Star Wars: Il Risveglio della Forza”. Tra Shara e Kes c’è, ed è questo l’aspetto più bello della coppia, che la rende davvero reale, la voglia fortissima di trovare un pianeta dove fermarsi, costruire una casa e crescere il loro bambino (che viene tenuto dai nonni) in pace; d’altro canto però c’è anche la fedeltà alla causa ribelle che ogni giorno li porta di nuovo sul campo di battaglia. Insomma, gran coppia!

[riduci]

shara bey

Cosa non mi è piaciuto?

(Se dobbiamo proprio dire qualcosa al limite del maniacale) Un piccolo errore nella copertina: Dopo lunghe disquisizioni con altri appassionati, abbiamo convenuto che nella copertina ci sia un piccolo errore: se guardate bene la scena della distruzione della seconda Morte Nera, l’esplosione finale segue la linea dell’equatore, non perpendicolare (come avviene nell’esplosione della prima Morte Nera) come si vede nella copertina dell’albo. Poi vabbé questo è proprio cercare il pelo nell’uovo in un album che difetti praticamente non ne ha.

Good

  • La storia che fornisce tantissime informazioni (ma forse troppo sparse)
  • I disegni perfetti!
  • I personaggi

Bad

  • Un piccolo errore nella copertina

Summary

L'Impero a Pezzi è un fumetto fantastico da leggere prima de Il Risveglio della Forza: fornisce una visione grandissima sullo stato della Galassia dopo la battaglia di Endor (forse però la trama è troppo debole a causa proprio di questa ampia visione) ed è graficamente, grazie ai disegni di Marco Checchetto, stupendo.
8.3

Buono

Storia - 7
Disegni - 10
Edizione - 8
Sensazioni - 8
Dopo una laurea al Politecnico di Milano, adesso studio Bionics Engineering presso la Scuola Sant'Anna di Pisa. Sono un grandissimo fan di Star Wars sin da quando ero piccolo. Dal febbraio 2015 ho lanciato Star Wars Libri & Comics, un progetto nato per condividere la mia passione per l'universo cartaceo della Galassia lontana lontana che tanto amiamo: voglio diventare una parte attiva del fandom italiano e un punto di riferimento per quanto riguarda i libri e i fumetti.

Rispondi

Lost Password

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: