The High Republic – Il riassunto del panel del New York Comic Con

Nonostante l’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia di COVID-19 abbia impedito lo svolgimento di fiere e convention, non mancano gli appuntamenti online destinati a presentare nuovi dettagli delle opere di prossima uscita. Oggi è il caso di The High Republic, cui viene dedicato un panel su YouTube in occasione del New York Comic Con 2020.

Durante il panel, presentato da Susana Polo, sono intervenuti il direttore creativo Michael Siglain e gli autori Claudia Gray, Justina Ireland, Daniel José Older, Cavan Scott e Charles Soule, con l’obiettivo di svelare nuovi dettagli riguardanti l’attesissimo progetto The High Republic, in arrivo nelle librerie di oltreoceano a gennaio 2021.

Il panel si apre dunque con un riassunto di ciò che già sappiamo: gli eventi di questa nuova saga letteraria, ambientata durante un’epoca di massimo splendore per la Repubblica Galattica, cominciano con il Grande Disastro, un incidente iperspaziale in cui, per cause ancora ignote, il mercantile Legacy Run viene ridotto in mille pezzi; i frantumi della nave si disperdono ai più remoti confini dello spazio, seminando distruzione in innumerevoli sistemi. La galassia ode dunque molteplici richieste di soccorso e, come prevedibile, i Jedi rispondono.

In questo periodo è in circolazione un volto noto: si tratta nientemeno che di Yoda, impegnato nell’addestramento di alcuni giovani Padawan. Decisamente più giovane rispetto all’anziano Maestro incontrato durante la saga degli Skywalker, durante quest’epoca storica Yoda ha uno spirito più dinamico e avventuroso. Ricordiamo che il saggio Maestro Jedi e i suoi apprendisti compariranno nella serie regolare The High Republic Adventures, scritta da Daniel José Older ed edita da IDW.

Veniamo ora ai principali protagonisti del progetto. La sedicenne Vernestra Rwoh, una tra i più giovani e dotati Cavalieri Jedi di tutti i tempi, dovrà affrontare il peso delle aspettative: quelle della Repubblica Galattica, che la vede come un’eroina, e quelle degli altri Padawan, che la giovanissima Jedi vuole aiutare a dare il meglio di sé. La giovanissima mirialana sarà la protagonista del romanzo A Test of Courage, scritto dalla penna di Justina Ireland e pubblicato da Disney-Lucasfilm Press.
Il Padawan Reath Silas, il cui potere nella Forza è nettamente inferiore a quello di Vernestra, si ritroverà invece bloccato in un luogo misterioso insieme ai Cavalieri con cui sta viaggiando. Quali enigmi si celano nell’oscurità? La vicenda del giovane Reath sarà narrata all’interno del romanzo Into the Dark, firmato da Claudia Gray ed edito ancora una volta da Disney-Lucasfilm Press.
Veniamo dunque a Keeve Trennis, uno dei primissimi personaggi creati insieme al fumettista Phil Noto. Anch’essa è stata appena investita del rango di Cavaliere Jedi ed è stata recentemente assegnata a bordo del Faro Starlight, un avamposto di frontiera che illumina la via dei viaggiatori diretti verso l’Orlo Esterno. La promettente Jedi si troverà ben presto alle prese con alcuni dei più eminenti Maestri dell’Ordine, suoi eroi d’infanzia.
Cavan Scott assicura infine che, nell’ambito della serie regolare Marvel The High Republic, vedremo due gemelli Jedi, così in sintonia tra di loro da concludere l’uno la frase dell’altro.

Il panel si orienta ora sulla percezione della Forza da parte di ciascun personaggio: ciascun individuo prova infatti un rapporto intimo, unico e inimitabile con questo mistico campo di energia. Come ben sappiamo, Yoda la vede come qualcosa che circonda e lega l’intera galassia; Avar Kriss, invece, riesce ad ascoltarla come una splendida melodia; Burryaga Agaburry, vista la sua natura di Wookiee arboricolo, percepisce la propria individualità come una foglia nel grande albero della Forza; Vernestra Rwoh, similmente, si considera un rigagnolo che alimenta l’immenso mare della Forza; Keeve Trennis contempla la Forza come un immenso arazzo; la Padawan Lula, alle prese con le difficoltà dell’addestramento, la percepisce come una montagna; infine, l’apprendista Reath, a causa del suo rapporto complicato con la Forza, la vede come un’immensa ragnatela.

La conversazione verte ora sull’arma distintiva dei Cavalieri Jedi, la spada laser. Mentre il Wookiee Burryaga Agaburry possiede un’enorme spada a due mani, inutilizzabile dagli esseri umani, Vernestra Rwoh ha dotato la propria lama viola, in omaggio a Mace Windu, di una misteriosa modifica che potremo scoprire solo leggendo A Test of Courage. Keeve Trennis è dotata di due spade in grado di fondersi, componendone una sola; Reath, al contrario, detesta utilizzare la propria spada laser e vi fa ricorso solo in caso di estrema necessità. La grande quantità di spade dalla lama color oro non ha un vero e proprio significato narrativo, ma simboleggia l’età dell’oro dei Jedi e della Repubblica Galattica.

Tra i personaggi non sensibili alla Forza, invece, spiccano il misterioso Jeod e il pilota Leox Josley, un contrabbandiere ispirato a Matthew McConaughey, entrambi tratti da Into the Dark. Incontreremo inoltre una piccola creatura, un incrocio tra un maiale, uno scorpione e un pipistrello, all’apparenza tenera ma in realtà pericolosissima; inoltre, sul pianeta Elphrona (già visto nella miniserie The Rise of Kylo Ren) potremo incontrare un animale dalle sembianze canine.

La squadra di creativi parla ora delle più grandi sfide di questo progetto. Il punto di partenza della creazione di un vero e proprio nuovo mondo è stata la domanda «Che cosa vorremmo vedere?», unita all’obiettivo di rendere il progetto fruibile e godibile da qualunque tipo di fan, che si tratti di un bambino che si sta approcciando all’universo di Star Wars per la prima volta o di un appassionato che segue le storie della galassia lontana lontana da oltre quarant’anni, guardando con ambizione al futuro ma rispettando il passato della saga. Un altro grande obiettivo degli autori è stato inoltre creare una narrazione coesa pur garantendo a ciascuna opera unicità e individualità.

Arriviamo, infine, a quello che forse è l’annuncio più succoso della serata: al termine del panel sono state infatti anticipate le opere narrative che faranno della Fase 2 del progetto The High Republic e che saranno pubblicate durante l’estate 2021. Il prossimo romanzo per adulti sarà scritto da Cavan Scott; il romanzo per ragazzi porterà la firma di Daniel José Older; il romanzo per giovani lettori vedrà la luce dalla penna di Justina Ireland; per concludere, Charles Soule realizzerà il primo di una serie di racconti editi all’interno della rivista Star Wars Insider a partire dal mese di dicembre 2020.

Quanto state attendendo The High Republic da 1 a 10? Fatecelo sapere nei commenti! Vi ricordiamo che potete trovarci anche su Telegram con il nostro canale ufficiale https://t.me/swlibricomics e chat https://t.me/SWLibriComicsChat

Written by
Torinese, classe 1996, sono uno studente di Economia e Scienze Sociali presso l'Università Bocconi di Milano. Fan di Star Wars dai tempi de La vendetta dei Sith ma vero e proprio appassionato solo dal 2015, mi sono avvicinato al lato cartaceo della Forza grazie al fumetto Darth Vader. Da settembre 2019 scrivo per Star Wars Libri & Comics con l'obiettivo di contribuire alla diffusione e alla conoscenza di questo meraviglioso universo narrativo.

Dicci la tua!

0 0

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Lost Password

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.