Thrawn: strategie, empatia e tratti Asperger

L’analisi di questo personaggio di finzione è completamente personale.
Se sei a conoscenza o hai difficoltà contatta l’A.S.L. più vicina in cui poterti recare, non sottovalutare il disagio psicologico.

Mitth’raw’nuruodo, chiamato Thrawn all’esterno dell’ascendenza Chiss, è un personaggio nato nel mondo Legends, e tra i più amati dai fan per le sue abilità strategiche mostrate nelle opere di Timothy Zahn come L’erede dell’impero, Sfida alla nuova Repubblica, L’ultima missione.

Tornato all’interno del Canon nel 2016 grazie a Star Wars Rebels a Thrawn il suo creatore ha dedicato tre nuovi romanzi canonici – Thrawn, Thrawn: Alleanze e Thrawn: Tradimento – e successivamente una seconda trilogia canonica, di cui è stato pubblicato solo il primo volume in Italia attualmente, Thrawn: Ascendenza – Insorge il Caos, (l’editore è Panini Comics). I seguenti volumi mancanti in italiano sono stati annunciati a Lucca Comics come prossime pubblicazioni del 2022.

Thrawn Tradimento variant SDCC

La missione di Thrawn per l’Ascendenza Chiss, lo ha portato a servire nei ranghi imperiali per diversi anni.

Semplici intuizioni o un disturbo pervasivo dello sviluppo?

Thrawn è stato ed è ancora tutt’ora un personaggio tra i più amati dai fan. La sua fama deriva dalla sua abilità strategica in battaglia, dal comprendere il nemico senza neanche incrociare uno sguardo nei suoi riguardi… ma come lo studia? Thrawn utilizza le opere d’arte costruite da quest’ultimi.

All’interno dei romanzi Zahn ci spiega come tutto ciò avvenga, lasciando sempre, però, un alone di mistero. La descrizione offertaci mostra Thrawn sia durante il processo inventivo sul campo di battaglia, sia quando affronta una discussione politica.

In particolare, è utile osservare le sue interazioni umanoidi, interazioni fondamentali della politica, con altri Chiss, ed anche con la sua amica e collega l’Ammiraglio Ar’alani ed il generale Ba’kif, suo fervente sostenitore.

Disturbo pervasivo dello sviluppo: Ogni malattia neuropsichiatrica infantile caratterizzata da contemporanea compromissione (anche se di differente gravità, a seconda dei casi) di diverse aree dello sviluppo: capacità di interazione sociale, capacità di comunicazione, interessi e attività. 

Nelle interazioni che Thrawn ha con altri Chiss e altri umanoidi è evidente una mancanza di capacità di interazione sociale. La sua austerità non è data solo dalla vita militare a cui è abituato, ma da una mancanza di empatia intrinseca.

Tutto passa attraverso i suoi occhi sotto una luce di opportunità e utilità che non è finalizzata all’ascesa dell’Ascendenza Chiss o alla sua carriera. Thrawn agisce in base a ciò che crede sia la soluzione giusta in ogni situazione. All’interno del libro “Thrawn: L’Ascendenza” è il protagonista stesso a chiedere ad Ar’alani come lei veda le persone per comprendere il suo modo di agire; la risposta di Thrawn va in contrapposizione a quella di Ar’alani. La stessa vicenda si ripeterà con Thalias.

Empatia: la capacità di “mettersi nei panni dell’altro” percependo emozioni e pensieri.

Thrawn “vedo le altre razze come risorse, lei riesce a vederle come persone.

Thalias “Questo fa di lei un buon comandante”

Thrawn “… sicuramente un comandante migliore di me.”

Thalias “… diverso non significa necessariamente migliore o peggiore. Diverso significa diverso”

Quindi…

Ci sono dei casi precisi in cui Thrawn mostra comprensione, compassione ma solo verso la sky’walker Che’ri. Si tratta di una razionalizzazione dell’emozione, un comprendere cosa stia accadendo e cosa deve mostrare dal punto di vista emotivo per poter raggiungere un obiettivo, utilizzando le abilità cognitive. In soli due casi mostra delusione e una parvenza di rabbia ed è nei suoi stessi confronti.

Non possiamo presumere che l’assenza di emozioni sia un fattore facente parte della cultura Chiss o dell’istruzione militare Chiss, poiché spesso sono mostrati come irati, preoccupati, sollevati…  anche se solo a volte lasciano trasparire le emozioni, il punto cruciale è che le vivono e le percepiscono in se stessi e negli altri.

Tutti questi dati a cosa ci portano? Se dunque le intuizioni di Thrawn, così come lui stesso le definisce, non sono intuizioni ma il frutto di un accurato studio e possedimento di schemi mentali fuori dal comune, e considerata la sua personalità emotiva, possiamo affermare che Thrawn potrebbe essere un esempio di sindrome di Asperger.

Sindrome di Asperger: La sindrome di Asperger è un disturbo pervasivo dello sviluppo annoverato fra i disturbi dello spettro autistico; non comportando ritardi nell’acquisizione delle capacità linguistiche né disabilità intellettive, è comunemente considerata un disturbo dello spettro autistico ad alto funzionamento.

thrawn ascendancy chaos rising poster
Il poster esclusivo per l'edizione Barnes & Nobles di Chaos Rising

Comunicazione non verbale: la trasmissione di informazione tramite segnali non verbali di diverso tipo, come per esempio le espressioni facciali, i gesti, gli sguardi

La sindrome di Asperger e Thrawn

Grazie a serie tv, film e all’informazione diffusa dalla televisione tutti noi abbiamo sentito almeno una volta la denominazione di questo disturbo, definito tale perché, pur avendo vari gradi di compromissione, il soggetto ha difficoltà importanti nell’ambito sociale e possiede uno schema di pensiero non comune.

Vediamo le caratteristiche in comune con Thrawn:

  1. Scarsezza di empatia;
  2. Linguaggio elaborato e formale;
  3. Scarsa comunicazione non verbale;
  4. Preferenza per la sfera razionale;
  5. Profondo interesse verso tematiche circoscritte;
  6. Tendenza ad isolarsi estraniandosi;
  7. Rifiuto all’omologazione.

La Sindrome di Asperger può portare ad avere Q.I. da medio a molto alto con aree di abilità estremamente sviluppate come quelle del calcolo o della memoria, o quelle artistiche o musicali. Infatti, è un tratto caratteristico e peculiare di Thrawn l’amore e la capacità di analisi tramite l’arte e, proprio da Thrawn: Tradimento, sappiamo ad esempio che questa abilità è estesa anche all’ambito musicale e non solo a quello figurativo. Altri tratti tipici, positivi, riscontrabili in lui sono:

  • L’assenza di pregiudizi, abilità di considerare gli altri per quello che sono;
  • Relazioni tra i coetanei caratterizzate da assoluta lealtà e affidabilità;
  • Dire ciò che si pensa a prescindere dal contesto sociale o dell’aderenza alle credenze personali;
  • Abilità nel perseguire teorie o prospettive personali nonostante l’esistenza di prove contrarie;
  • Ascoltare senza giudizi e supposizioni continue;
  • Prospettive di problem solving originali, spesso uniche;
  • Memoria eccezionale e/o ricordo di dettagli spesso dimenticati o ignorati dagli altri, come nomi, date, orari, routine;
  • Smaniosa perseveranza nella raccolta e catalogazione di informazioni riguardanti un argomento d’interesse;
  • Chiarezza riguardo i valori e le decisioni non alterata da fattori politici ed economici;
  • Tenacia di pensiero.

Problem solving: un processo cognitivo che coinvolge: la formazione di un problema; la pianificazione strategie per risolvere il problema; l’esecuzione del piano con la verifica dei risultati.

Schema di pensiero: un modello di pensiero e comportamento che organizza le informazioni e le relazioni tra di esse.

Conclusione

Dopo questa carrellata di caratteristiche possiamo senza alcun dubbio notare come il nostro beniamino le possegga e rientri in questa sindrome nella sua forma più elevata. Senza lasciarci ingannare dal termine “sindrome”, che richiama un risvolto negativo, in realtà questi soggetti, Thrawn nello specifico, sono altamente efficienti e produttivi. Le loro abilità fuori dal comune possono essere decisive e rivoluzionarie.

Cosa ne pensate di questo approfondimento? Pensate anche voi che le abilità di Thrawn siano frutto di una sindrome o è semplicemente un genio? Avete letto i libri a lui dedicati? Fatecelo sapere nei commenti!

Vi ricordiamo che potete trovarci anche su Telegram con il nostro canale ufficiale https://t.me/swlibricomics e la chat https://t.me/SWLibriComicsChat! Vi ricordiamo inoltre che è ora attivo il nostro store con il merchandising ufficiale di Star Wars Libri & Comics.

Written by
Laureata in Psicologia clinica all'ateneo di Bari e appassionata di Star Wars dopo aver visto il primo film all'età di 5 anni; ma ho iniziato ad approfondire questo vasto mondo, attraverso libri e fumetti, solo nel 2014 con l'uscita del nuovo canone. Amo il mondo fantasy, videogames, libri, fumetti e film; unica nota fuori dal coro è il seguire la Juve fin dall'infanzia.

Dicci la tua!

4 0

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>