The Bad Batch: Omega è transgender?

Due settimane al traguardo! Manca sempre meno all’uscita dell’attesissima terza e ultima stagione di The Bad Batch, che chiuderà idealmente un’epopea durata ben 16 anni. Quest’oggi, Star Wars Libri & Comics prosegue la marcia di avvicinamento alla conclusione della serie animata esponendo e analizzando una delle teorie più interessanti in merito a Omega, la misteriosa protagonista della vicenda.

La teoria

Questa teoria, dunque, prevede che Omega sia una ragazza transgender, cioè una persona a cui è stato assegnato il sesso maschile alla nascita, ma la cui identità di genere è femminile. In altre parole, Omega sarebbe nata con caratteristiche biologiche maschili, come del resto tutti (o quasi tutti) i suoi fratelli cloni, ma si identificherebbe come una donna.

Indizi a supporto

Ma quali sono gli indizi a favore di questa teoria?

Tutti gli spunti a sostegno di quanto esposto poco fa provengono dal nono episodio della prima stagione della serie, durante il quale Tech, un personaggio a dir poco affidabile sul piano scientifico, rivela i risultati delle sue analisi sul DNA di Omega.

«Ho analizzato il profilo genetico di Omega e ho scoperto che ha puro DNA di prima generazione».


«T
utti i cloni sono stati creati da un ospite, Jango Fett. La nostra struttura genetica è modificata per accelerazione di crescita e obbedienza, Omega è una replica genetica purissima».


«Che io sappia ce n’è solo un altro. Un maschio, nome in codice Alpha, in seguito denominato Boba. Essendo lui scomparso all’inizio della guerra, Omega è l’unica fonte vivente del materiale genetico grezzo di Fett».

Secondo Tech, quindi, Omega è una copia genetica esatta di Jango Fett, così come lo è Boba. Ma se Jango e Boba sono due uomini, come può Omega essere una donna, pur avendo il loro stesso patrimonio genetico? La soluzione più logica è che quest’ultima sia una persona transgender.

Il precedente di Sister

Se l’idea di una clone trans può sembrare eccessivamente fantasiosa, è tuttavia importante notare che nel canone di Star Wars esiste già un precedente significativo. Si tratta del personaggio di Sister, presente nei romanzi di Queen’s Hope e Fratelli, che la mostrano in azione tra le fila del 7° Sky Corps comandato da Obi-Wan Kenobi.

Nel caso di Sister, tuttavia, la sua identità transgender viene descritta e affrontata in maniera esplicita. La clone, infatti, condivide con Anakin Skywalker un breve dialogo in merito alla propria identità di genere, spiegando le proprie paure e il supporto ricevuto dai suoi fratelli cloni, che per rimarcare la sua appartenenza le hanno assegnato il nome Sister, ossia Sorella. L’armatura bianca di Sister, inoltre, è simbolicamente ornata di dettagli rosa e azzurri, così da racchiudere in sé tutti i colori della bandiera dell’orgoglio transgender.

Qual è la verità?

Nonostante queste evidenze, tuttavia, è probabile che un’eventuale identità transgender di Omega non sarà mai confermata, se non addirittura smentita.

In primo luogo, la saga di Star Wars pare ancora troppo timida per quanto riguarda la rappresentazione su schermo di esponenti della comunità LGBT+, cosa che, invece, avviene ormai senza alcun problema nelle opere cartacee ambientate nella galassia lontana lontana. Inoltre, la guida Dawn of Rebellion, uscita a fine 2023, sembra smentire l’idea che Omega sia geneticamente identica a Jango Fett, indicando invece modifiche ancora sconosciute apportate dai Kaminoani al suo codice genetico.

Ma ora tocca a voi: cosa ne pensate di questa teoria? La ritenete probabile? Fatecelo sapere nei commenti e condividete questo articolo con i vostri amici! Vi ricordiamo che potete trovarci anche su Telegram con il nostro canale ufficiale https://t.me/swlibricomics e la chat https://t.me/SWLibriComicsChat!

Written by
Torinese, classe 1996, laureato in Economia e Scienze Sociali presso l'Università Bocconi di Milano. Fan di Star Wars dai tempi de La vendetta dei Sith ma vero e proprio appassionato solo dal 2015, mi sono avvicinato al lato cartaceo della Forza grazie al fumetto Darth Vader. Da settembre 2019 scrivo per Star Wars Libri & Comics con l'obiettivo di contribuire alla diffusione e alla conoscenza di questo meraviglioso universo narrativo.

Dicci la tua!

2 0

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>