[Recensione] L’Alta Repubblica – Prima del disastro

Summary
Con Prima del disastro Justina Ireland porta a casa un altro ottimo junior novel, una lettura scorrevole ed equilibrata, dove ai vari protagonisti è dato sempre il giusto spazio. Ne consegue che oltre alla narrazione pulita, ci sia un'ottima crescita dei personaggi o, quanto meno, un racconto o introspezione riguardante una crescita avvenuta nei mesi (e nelle opere) precedenti alla vicenda. A farla da padrone è però forse il setting, il pianeta Dalna. Ricco e variegato tanto di biomi quanto di cultura e storia, abbiamo modo di credere che sarà fondamentale quando andremo nel passato durante la Fase II del progetto dell'Alta Repubblica. Gli antagonisti convincono per cattiveria e minaccia, per quanto riescono a essere un ostacolo fisico verso la giovane e brillante scienziata Avon Starros (qui alla sua migliore apparizione), ma mancano forse un po' di incisività. Il romanzo, pur presentandoci questi aspetti positivi, come l'ottima coppia formata da Vernestra e Imri, e tante nuove valide aggiunte al cast, manca però di quel tema importante che reggeva la semplice vicenda di Una prova di coraggio. L'opera è permeata da ragionamenti sull'eroismo, ma il tema non riesce a sbocciare come avrebbe potuto, lasciando quindi solo un pochino di amaro in bocca nel complesso di un buon libro con dei fantastici personaggi.
Good
  • I personaggi ben sviluppati
  • Un paesaggio "nuovo"... o vecchio?
  • Ritmo e scrittura molto piacevoli
  • Antagonisti abbastanza convincenti
Bad
  • Non tocca tematiche importanti
8.4
Buono
Storia - 8.5
Scrittura - 8.5
Edizione - 8
Sensazioni - 8.5

Si torna nell’Alta Repubblica con Prima del disastro, terzo e ultimo romanzo junior della Fase I scritto, come già era stato per l’ottimo Una prova di coraggio, da Justina Ireland.

Oltre all’autrice tornano anche i personaggi del precedente romanzo, in particolare Vernestra Rwoh, Imri Cantaros e Avon Starros. Il junior novel, ovviamente canonico, è ambientato prima di La Stella Caduta, romanzo adult di questa terza wave di opere e, personalmente ne consiglio la lettura prima dell’opera di Gray. 

Prima del disastro è uscito a giugno in Italia edito da Panini Comics. Cogliamo anche l’occasione per ringraziare Disney Publishing Worldwide nell’averci mandato questa copia digitale per la recensione del volume originale a gennaio.

 

  • Titolo: Star Wars: L’Alta Repubblica – Prima del disastro
  • Autore: Justina Ireland
  • Data di uscita (ITA): 9 giugno 2022
  • Edizione: Copertina rigida, 264 pagine
  • Prezzo: 17.10€ – su AMAZON

Prima del disastro – Sinossi

I Jedi pensavano di aver ormai quasi sconfitto i Nihil. Il loro leader è in fuga e i loro numeri sono ridotti. Il Cavaliere Jedi Vernestra Rwoh spera che ciò significhi avere finalmente tempo per addestrare il suo Padawan, Imri Cantaros, ma la notizia di un attacco Nihil su Port Haileap infrange presto queste speranze. Perché oltre ad aver attaccato il pacifico avamposto, i Nihil hanno anche rapito un’amica di Vernestra e Imri, Avon Starros. I due Jedi si dirigono quindi a Port Haileap, determinati a scoprire dove i Nihil hanno portato la loro amica. Nel frattempo, Avon dovrà sfidare i limiti della sua intelligenza e abilità mentre fa di tutto per sopravvivere tra i Nihil, e svelare un inquientate piano. Riusciranno Vernestra e Imri a trovare la loro amica prima che arrivi il disastro?

l'alta repubblica jedi

Cosa mi è piaciuto

I personaggi ben sviluppati

Ireland conosce Vernestra e Imri meglio di chiunque altro, e anche in questo romanzo junior porta avanti l’evoluzione di questi due protagonisti in maniera brillante. Forse avrebbe potuto spendere qualche momento in più, ma sia Vernestra che Imri sono giunti ad uno stato di consapevolezza molto diverso rispetto a Una prova di coraggio e a Fuori dalle ombre. Questa crescita traspare chiaramente dalle loro azioni e dai loro pensieri, che Ireland mescola sempre in perfetto equilibrio.

Il personaggio che, però, fa il salto in avanti più grande (complice anche l’assenza in Fuori dalle ombre, probabilmente) è Avon Starros, a cui è dedicato circa metà di Prima del disastro. Avon è mostrata meno come ragazzina intelligente ma a tratti iperattiva, e più come una brillante ragazza che sa di avere un dono e vuole fare del bene con esso. Lo sviluppo del carattere di Avon è tangibile e, anche se è avvenuto principalmente “off screen”, Ireland approfondisce pensieri e riflessioni della giovane scienziata che, evidentemente, ha beneficiato della conoscenza di due ottimi Jedi come Vern e Imri.

Torna anche Honesty Weft, che qui “gioca in casa” essendo il romanzo ambientato sul suo pianeta natale, Dalna che, probabilmente, entra direttamente tra i “personaggi” del romanzo…

Un paesaggio “nuovo”… o vecchio?

Dalna si mostra in tutte le sue peculiarità in Prima del disastro, risultando un’ambientazione nuova e intrigante, fatta di vulcani, terremoti, canyon ma anche zone più lussureggianti… Dalna ci appare subito, pur nella sua piccolezza un pianeta vivo e ricco di diversità, che sarebbe bellissimo vedere in live action. Dalna porta con sé quindi una ambientazione ricca sia dal punto di vista puramente “geologico” ma anche da quello dei personaggi e da quello storico.

Su Dalna facciamo infatti conoscenza con ben tre nuovi Jedi, residenti nell’avamposto del pianeta, e scopriamo inoltre che il rapporto tra gli abitanti di Dalna e l’Ordine Jedi si è bruscamente incrinato 150 anni prima… che sia qualcosa di collegato alla Fase II dell’Alta Repubblica? Molto probabilmente è così.

Ritmo e scrittura molto piacevoli

Ireland confeziona un romanzo scorrevole, piacevole e divertente. Il ritmo è equilibrato e la narrazione è ben alternata tra i punti di vista di Vernestra, Imri e Avon. Un moderato uso di cliffhanger alla fine di alcuni capitoli stimola il proseguio della lettura che, nel complesso, non durerà moltissimo visto il numero di pagine contenuto.

Antagonisti minacciosi

Un altro aspetto positivo della junior novel è il comparto degli antagonisti. Anche se forse non particolarmente incisivi o scenici, la Smuovitempesta Kara Xoo e la cacciatrice di taglie Deva Lompop (che stiamo vedendo anche nel crossover La Guerra dei Cacciatori di Taglie) sono minacciosi e “cattivi” al punto giusto, e non si fanno remore nell’impiegare, istigare o vendere bambini per gli scopi dei Nihil.  Pur avendo queste due figure di spicco, quella forse a tratti più inquientati è la scienziata Nihil – un po’ simbolo del lato oscuro di Avon a cui, però, la ragazza deve sottostare per riuscire a sopravvivere.

Cosa non mi è piaciuto

Manca una tematica importante

Quello che forse manca rispetto all’exploit di Una prova di coraggio è una tematica importante da trattare (in quel caso era quella del lutto e delle proprie insicurezze). Volendone cercare una ci sarebbe quella dell’eroismo, del voler fare la cosa giusta e del saperla fare anche in condizioni difficili, anche quando tutto sembra andare nel verso storto o sei impaurito per i tuoi amici. Tuttavia, questo sottotesto presente nel romanzo non è approfondito come fatto nel precedente junior novel di Ireland. Un peccato da un lato, ma comunque non troppo grave visto che i personaggi hanno spazio e modo di crescere lo stesso, come scritto sopra.

Prima del disastro – conclusioni

Con Prima del disastro Justina Ireland porta a casa un altro ottimo junior novel, una lettura scorrevole ed equilibrata, dove ai vari protagonisti è dato sempre il giusto spazio. Ne consegue che oltre alla narrazione pulita, ci sia un’ottima crescita dei personaggi o, quanto meno, un racconto o introspezione riguardante una crescita avvenuta nei mesi (e nelle opere) precedenti alla vicenda. A farla da padrone è però forse il setting, il pianeta Dalna. Ricco e variegato tanto di biomi quanto di cultura e storia, abbiamo modo di credere che sarà fondamentale quando andremo nel passato durante la Fase II del progetto dell’Alta Repubblica. Gli antagonisti convincono per cattiveria e minaccia, per quanto riescono a essere un ostacolo fisico verso la giovane e brillante scienziata Avon Starros (qui alla sua migliore apparizione), ma mancano forse un po’ di incisività.

Il romanzo, pur presentandoci questi aspetti positivi, come l’ottima coppia formata da Vernestra e Imri, e tante nuove valide aggiunte al cast, manca però di quel tema importante che reggeva la semplice vicenda di Una prova di coraggio. L’opera è permeata da ragionamenti sull’eroismo, ma il tema non riesce a sbocciare come avrebbe potuto, lasciando quindi solo un pochino di amaro in bocca nel complesso di un buon libro con dei fantastici personaggi.

E voi cosa pensate di questo terzo Junior Novel? Commentate e condividete la recensione per farcelo sapere! Vi ricordiamo che potete trovarci anche su Telegram con il nostro canale ufficiale: https://t.me/swlibricomics e la chat https://t.me/SWLibriComicsChat! Vi ricordiamo inoltre che è ora attivo il nostro store con il merchandising ufficiale Star Wars Libri & Comics.

Written by
Laureato in Bionics Engineering alla Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, lavoro nella progettazione di dispositivi medicali. Fan di Star Wars da quando ero piccolo, all'età di circa 11 anni scopro i fumetti di Star Wars. Dal febbraio 2015 ho lanciato Star Wars Libri & Comics, un progetto nato per condividere la mia passione per "il Lato Cartaceo della Forza" e che, nel corso degli anni, è diventato il punto di riferimento italiano per i lettori di Star Wars.

Dicci la tua!

1 0

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>