[Recensione] Padawan

Summary
Tirando le somme, Padawan non è un pessimo romanzo ma è sicuramente indirizzato a un pubblico giovane, non presenta vicende in alcun modo fondamentali e, anzi, molti temi sono ripresi da Maestro e Apprendista. Ha diversi collegamenti con altre opere ben riusciti, pur essendoci del potenziale sprecato, in particolare in quelli con i personaggi dell'Alta Repubblica. Il principale difetto, già citato, è la troppa somiglianza con Maestro e Apprendista (ambientato un anno dopo): i temi trattati sono così simili che il personaggio di Obi-Wan sembra evolvere e maturare allo stesso identico modo nel corso dei due romanzi, rendendo evidentemente superfluo lo sviluppo in questo.
Good
  • Collegamenti riusciti con altre opere
Bad
  • Mancata evoluzione del protagonista
  • Collegamento con l'Alta Repubblica deludente
6.3
Sufficiente
Storia - 6
Scrittura - 7
Sensazioni - 6

Padawan è il primo romanzo canonico scritto da Kiersten White, già coautrice di Da un Certo Punto di Vista – L’Impero Colpisce Ancora, ed è il terzo della “serie” (non ufficiale) con protagonista Obi-Wan, dopo Maestro e Apprendista e Fratelli. Il romanzo, ambientato 9 anni prima di Episodio l e 1 anno prima di Maestro e Apprendista, segue le vicende di un Obi-Wan sedicenne alle prese con la sua prima missione in solitaria.

  • Titolo: Star Wars: Padawan
  • Data di uscita: 25 Aprile 2024
  • Autore: Kiersten White
  • Edito da: Panini Comics
  • Edizione: Copertina flessibile con alette, 14.4X21.6, 352 pagine
  • Prezzo: 21,85€ ACQUISTA QUI

Sinossi

Sebbene sia diventato il Padawan di Qui-Gon Jinn da pochissimo tempo, Obi-Wan Kenobi non è contento dell’addestramento a cui il suo Maestro lo sottopone: solo meditazione e niente azione. Quando finalmente ai due viene affidata una missione, Qui-Gon sparisce, e Obi-Wan decide di mettersi alla prova da solo. Giunto su un misterioso pianeta, incontra un gruppo di adolescenti sensibili alla Forza e lontano dall’Odine dei Jedi si unisce a loro in ardite avventure. Ma c’è qualcosa che non va su questo mondo e una minaccia incombente metterà Obi-Wan faccia a faccia con la sua peggiore paura: forse non avrebbe mai dovuto intraprendere il percorso per diventare Jedi!

Cosa mi è piaciuto

Collegamenti riusciti con altre opere

Il romanzo presenta diversi collegamenti con il resto del canone, a partire dai giovani Padawan compagni di Obi-Wan: tra questi troviamo, infatti, Siri Tachi e Bolla Ropal. La prima, già citata nei romanzi canonici Fratelli e Da un Certo Punto di Vista – L’Impero Colpisce Ancora e nella serie Legends Apprendista Jedi, è stata il primo interesse amoroso di Obi-Wan. Il secondo, forse più sottile, è presente nella serie animata The Clone Wars. In particolare, si tratta del Maestro Jedi Rodiano rapito e torturato da Cad Bane per ottenere la lista di bambini sensibili alla Forza, per conto di Darth Sidious.

Il Maestro Jedi Bolla Ropal viene torturato e ucciso da Cad Bane.

Il Maestro Jedi Bolla Ropal viene torturato e ucciso da Cad Bane.

Nel romanzo sono presenti anche altri collegamenti. Ci viene presentato il primo incontro tra Obi-Wan e Dexter Jettster, il Besalisk apparso per la prima volta in Episodio II. Inoltre, nel corso di Padawan, Obi-Wan farà il suo primo incontro con il Conte Dooku, vecchio Maestro di Qui-Gon. Ricordando che, pur non facendo più parte dell’Ordine Jedi, gli è comunque concesso visitare il Tempio, come chiarito da Yoda al termine di Dooku – Jedi Lost e visto in Tales of the Jedi.

Cosa non mi è piaciuto

Mancata evoluzione del protagonista

Uno dei problemi del romanzo, e forse il principale punto negativo, è la mancata evoluzione globale del protagonista. Entrando più nello specifico: in principio Obi-Wan appare come un Padawan insicuro, sia rispetto al suo rapporto con Qui-Gon, sia rispetto al fatto stesso di essere un Jedi. Nel corso dell’avventura, grazie alle nuove conoscenze e alle riflessioni maturate, il giovane Padawan sembra evolvere caratterialmente salvo poi, in Maestro e Apprendista, ricominciare nello stesso punto, annullando di fatto tutta l’evoluzione caratteriale di Padawan. Va, tuttavia, fatta notare una differenza fondamentale trai due: mentre in Maestro e Apprendista possiamo osservare l’evoluzione del rapporto dei protagonisti attraverso entrambi i personaggi, in Padawan abbiamo solo il punto di vista di Obi-Wan, essendo Qui-Gon quasi del tutto assente.

Master & Apprentice cover Celebration

Variant cover di Master & Apprentice esclusiva della Celebration del 2019. Realizzata da Jama Jurabaev.

Collegamento con l’Alta Repubblica deludente

Come probabilmente molti dei lettori già sapranno, il romanzo presenta un collegamento con le opere dell’Alta Repubblica. In particolare Obi-Wan intraprende la missione dopo aver scoperto un indizio lasciato da Orla Jareni, la Cercavia coprotagonista di Nell’Oscurità. Sebbene possa essere interessante leggere il punto di vista, sull’Alta Repubblica e sui Cercavia, di un giovane Obi-Wan, questo viene forse liquidato troppo velocemente. Inoltre, sarebbe stato apprezzabile l’inserimento di qualche flashback con protagonista Orla, collegandosi ancora meglio all’età d’oro dei Jedi ed evidenziando le differenze nell’Ordine Jedi con l’avanzare dei secoli. Questo tipo di confronto, infatti, non è ancora presente in nessuna opera canonica e sarebbe stata interessante un’analisi di questo tipo svolta dallo stesso Obi-Wan.

Orla Jareni: The High Republic #9, Francis Yu Variant

Orla Jareni: The High Republic #9, Francis Yu Cover Variant

Conclusione 

Tirando le somme, Padawan non è un pessimo romanzo ma è sicuramente indirizzato a un pubblico giovane, non presenta vicende in alcun modo fondamentali e, anzi, molti temi sono ripresi da Maestro e Apprendista. Ha diversi collegamenti con altre opere ben riusciti, pur essendoci del potenziale sprecato, in particolare in quelli con i personaggi dell’Alta Repubblica. Il principale difetto, già citato, è la troppa somiglianza con Maestro e Apprendista (ambientato un anno dopo): i temi trattati sono così simili che il personaggio di Obi-Wan sembra evolvere e maturare allo stesso identico modo nel corso dei due romanzi, rendendo evidentemente superfluo lo sviluppo in questo.

Che cosa ne pensate di Padawan? Lo avete già letto o avete intenzione di acquistarlo? Fatecelo sapere nei commenti! Vi ricordiamo che potete trovarci anche su Telegram con il nostro canale ufficiale https://t.me/swlibricomics e la chat https://t.me/SWLibriComicsChat
Vi ricordiamo inoltre che è ora attivo il nostro store con il merchandising ufficiale Star Wars Libri & Comics.

Written by
Classe 2000, laureato in Economia presso l'Università Cattolica di Milano, collezionista compulsivo di variant, vorace lettore di romanzi e fumetti di Star Wars dal 2012 e autore di Star Wars Libri & Comics dal Novembre 2020.

Dicci la tua!

2 0

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>